LUNEDÌ 26 AGOSTO 2019
Vico Equense

Tenta di uccidere la moglie e il figlio facendo esplodere la casa: salvati dai vicini

Uomo di 70 anni cosparge di benzina uno stanzino in cui erano custodite 4 bombole: arrestato

di redazione
Tenta di uccidere la moglie e il figlio facendo esplodere la casa: salvati dai vicini

Ha perso completamente la testa, offuscato dall’alcol ha rischiato di fare una strage. Stava degenerando in tragedia una lite scoppiata in famiglia. Un uomo di 70 anni voleva fare saltare in aria la casa. Sono intervenuti giusto in tempo i vicini di casa attirati dalle urla, per spegnere le fiamme all’interno di uno stanzino in cui erano custodite quattro bombole. Tutto è cominciato da una banale lite durante la quale l’uomo, completamente ubriaco, ha minacciato di morte il figlio e aggredito la moglie con una sedia. Sempre più agitato, ha raggiunto poi un terrazzo di casa, ha cosparso il pavimento versandoci una latta di benzina e ha appiccato un principio di incendio con un accendino nei pressi dello stanzino della villa adibito alla custodia delle bombole di gas, all’interno del quale c’erano 4 bombole.
Ad evitare una strage sono stati altri familiari e alcuni vicini di casa richiamati dalle urla. Arrivati in casa sono riusciti a spegnere le fiamme prima che la benzina raggiungesse le bombole.
I carabinieri, chiamati e intervenuti nella casa in cui l’uomo aveva pensato di uccidere il figlio e la moglie, hanno arrestato il 70enne, già noto alle forze dell’ordine. I parenti, salvi per miracolo, ci metteranno del tempo prima di cancellare i momenti di follia che hanno vissuto. 

22-08-2016 18:05:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO