MARTEDÌ 23 APRILE 2019
Castellammare

Tessere Pd comprate da un consigliere, Pannullo: "Episodio grave, le abbiamo già tutte annullate"

Il sindaco: "Abbiamo evitato un caso nazionale. Ce ne siamo accorti in tempo"

di redazione

Lo ritiene un capitolo chiuso. Si sente come chi ha evitato di finire in una bufera Toni Pannullo quando si gira indietro a guardare a quando accaduto in casa sua, in quel Pd che in un solo giorno di tesseramento ha già fatto registrare un caso da prima pagina. Sono 100 le tessere tutte acquistate da un solo conto paypal, quello di un consigliere comunale che finisce sul banco degli accusati per avere provato a controllare il congresso stabiese del partito di Renzi con il suo pacchetto di iscritti pagati on line. Ma nel cassetto di quelle considerate sospette ce ne sono altre ottanta, sempre on line. "Prima di far scoppiare un caso nazionale - spiega il primo cittadino - ce ne siamo accorti in tempo ed abbiamo denunciato l'accaduto alla segreteria regionale del partito. Io sono intransigente sulle norme che regolano il tesseramento. Per tanto, tutte quelle acquistate online da quel conto Paypal sono state rimosse". Annullato anche il secondo giorno di adesione che avrebbe dovuto svolgersi ieri. Una vicenda che ha provocato la reazione indignata della dirigente regionale Fiorella Girace: "Chi ha fatto una cosa del genere è un imbecille". Intanto il pacchetto di tessere sospette ha previsto un investimento da parte del finanziatore occulto di 1600 euro per provare a controllare un congresso atteso a Castellammare da un anno, visto che il partito stabiese è senza segretario. In totale gli iscritti sono 630. Adesso a decidere che fare è la commissione regionale a cui è stato affidato il caso. 

01-03-2017 14:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO