LUNEDÌ 25 GIUGNO 2018
Il fatto

Torre del Greco, fuori ai seggi soldi distribuiti in cambio della foto della scheda

Un video di Fanpage sul voto di scambio, il parlamentare dei Cinquestelle Gallo: "Un'interrogazione a Salvini"

di redazione

Capannelli di persone davanti ai seggi per fermare gli elettori e chiedere loro di fotografare il voto. È quanto filmato dalle telecamere nascoste di Fanpage e proposto in un video. Accade a Torre del Greco, dove domenica scorsa si è votato per il rinnovo del consiglio comunale dopo lo scioglimento anticipato dell' assise a seguito delle dimissioni dell'ex sindaco Ciro Borriello.
Le persone, che nel video vengono mostrate con il volto coperto, fermano alcuni elettori che si stanno recando ai seggi, distribuendo materiale elettorale (cosa non consentita il giorno delle elezioni) e chiedendo di fotografare la scheda, talvolta - è la ricostruzione di Fanpage - dando loro un cellulare per effettuare lo scatto-prova.
Accade davanti all'istituto superiore di corso Garibaldi, a due passi dal porto. Una persona viene mostrata, sempre nel video, con una mazzetta di banconote di vario taglio, possibile prova - secondo la ricostruzione fatta attraverso le immagini - di un ipotizzato scambio soldi-voti attuato da alcuni sostenitori di candidati al consiglio comunale. ombre sul voto che hanno condizionato l'esito delle elezioni amministrative di Torre del Greco, esito che viene deciso per poche centinaia di voti.
Quello che è stato ripreso dalle telecamere nascoste di Fanpage non lascia spazio a molti dubbi. Interverremo in tutte le sedi affinché si faccia chiarezza su quanto accaduto nella nostra città e in tutti quei Comuni nei quali i cittadini, pur rimarcando la loro voglia di cambiamento, sono costretti a subire quella disonestà che finisce per sconfinare anche in pratiche illegali". Lo sostiene il deputato del Movimento 5 Stelle, Luigi Gallo, che annuncia dopo il servizio pubblicato da Fanpage.it dal titolo "Elezioni amministrative, così si controllano le elezioni in provincia di Napoli: "Fotografa scheda"" un'interrogazione al ministro dell'Interno, Matteo Salvini, per chiedere di "promuovere subito ogni iniziativa volta a verificare l'avvenuta manomissione, manipolazione o condizionamento del voto espresso, prima del 24 giugno 2018. Dal monitoraggio dei rappresentanti di liste del M5S sono numerosi i casi in cui sono stati erroneamente assegnati i voti ai candidati sindaci e sarebbe auspicabile una verifica del rispetto della legge".

12-06-2018 17:13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO