MERCOLEDÌ 23 GENNAIO 2019
Castellammare

Tragedia all'Annunziatella, per la morte di Francesco indagato l'amico

Si aspettano i risultati dell'autopsia per fissare il funerale, il quartiere piange il 19enne

di redazione

E' indagato l'amico che portava la moto. Nella corsa verso la morte Francesco non ha avuto scampo, ma in queste ore per S.G. il giovane che guidava scoppia una doppia tragedia. Lo scrive questa mattina il quotidiano Metropolis. In giornata si conoscerà anche la data del funerale del ragazzo 19enne, la cui morte ha provocato dolore in amici e familiari e sconvolto un intero quartiere. All'Annunziatella, davanti alla chiesa dove si celebrerà il rito funebre, sono apparsi due striscioni. La scritta postata dal ragazzo su Fb è una citazione di Jim Morrison: "Sono nato piangendo, mentre gli altri ridevano. Morirò ridendo, mentre altri piangeranno". Su S.G., ancora ricoverato all'ospedale San Leonardo, pesa così un doppio fardello dopo che la stretta sulle nuove norme del Codice della Strada aggrava la sua posizione: è accusato di omicidio stradale.Sono i vigili urbani di Castellammare, guidati dal comandante Antonio Vecchione, che dovranno accertare come sono andati i fatti. Sono stati proprio gli agenti municipali, infatti, i primi ad accorrere sul luogo dell'impatto che ha cambiato irrimediabilmente la vita di una coppia di amici. Ora gli inquirenti stanno approfondendo la dinamica dell’incidente avvenuto nel domenica all’Annunziatella, alle quattro del pomeriggio passavano poche auto e non c’è traccia di impatto con altre vetture. Fondamentale sarà anche il racconto di S.G. Il magistrato ha disposto, ieri, l'autopsia sul cadavere come di solito avviene in questi casi, anche se l'assenza di un impatto con un'altra auto o scooter lascia pensare alla perdita del controllo della moto. A questo punto i funerali potrebbero essere domani, momento atteso per l'ultimo addio a Francesco. 

19-04-2016 08:59:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO