MARTEDÌ 23 LUGLIO 2019
L'inchiesta

Un video mette nei guai De Luca jr, perquisiti uffici e casa: indagato per corruzione il figlio del governatore

Nelle immagini un accordo sui rifiuti, l'allarme di Cantone: "Continuano gli sversamenti illegali"

di redazione
Un video mette nei guai De Luca jr, perquisiti uffici e casa: indagato per corruzione il figlio del governatore

Passaggio di soldi per lo smaltimento dei rifiuti. Non sapendo di essere ripreso da Fanpage il figlio di De Luca si sarebbe fatto corrompere da un finto imprenditore che lo aveva avvicinato per proporgli accordi illeciti su un appalto. Ora il figlio del governatore è indagato per corruzione nell’ambito di un’inchiesta più ampia alle battute iniziali. Agenti della squadra mobile e dello Sco hanno eseguito una perquisizione la scorsa notte nell'abitazione e nello studio professionale di Roberto De Luca, assessore comunale di Salerno e figlio del governatore della Campania. Nelle stesse ore sono state eseguite altre perquisizioni anche in alcuni uffici regionali. “Mi inquieta verificare che il meccanismo degli sversamenti abusivi continui imperterrito". Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell'Anac, commentando l'indagine della procura di Napoli nata anche sulla scorta di un video di Fanpage. "Voglio capire - ha precisato Cantone sul merito dell'inchiesta - Siamo in una fase ancora assolutamente preliminare in cui è molto difficile capire cosa è avvenuto. Ma forse ci eravamo illusi che quella fase più calda delle ecomafie si fosse fermata, e invece pare proprio di no. A parte le vicende che riguardano la corruzione, questo dato degli sversamenti abusivi dimostra che purtroppo la nostra terra rischia di essere ancora una volta il ricettacolo di attività illecite di tale pericolosità".

16-02-2018 13:00:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO