DOMENICA 16 GIUGNO 2019
La cattura

Vancanza dorata per uno svedese condannato per pedofilia, ma la polizia lo riconosce e lo arresta

E' accusato in Thailandia di avere violentato ragazzini di meno di quindici anni

di redazione
Vancanza dorata per uno svedese condannato per pedofilia, ma la polizia lo riconosce e lo arresta

Svedese, ricercato in Thailandia per avere violentato ragazzini di meno di quindici, si nascondeva a Capri. Una latitanza dorata in un albergo a quattro stelle in una delle mete del turismo internazionale. Il rifugio in cui si sentiva al sicuro, concedendosi una vacanza tra i vip. Non doveva essere molto preoccupato del mandato di arresto che lo condanna a trenta anni di carcere in un paese lontanissimo da Capri. Ma la sua fuga si è conclusa nell’isola azzurra. Ricercato sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso dalle autorità della Thailandia per pedofilia, è stato arrestato dalla Polizia questa notte a Capri.
L'uomo, Rolf Nils Barthelnes, questa l'identità dello svedese, nato a Danderyd, deve scontare due condanne della giustizia thailandese per quasi 30 anni complessivi.
All'arrivo nel suo albergo degli agenti della squadra anticrimine del Commissariato di Capri, guidati dal vicequestore Maria Edvige Strina, era in compagnia di un altro uomo e non si è mostrato sorpreso. E’ giunto sull'isola nel pomeriggio del 24 giugno. Il suo viso non è risultato nuovo alla polizia del posto, individuato dagli agenti Commissariato dell'isola, diretto dal vicequestore Maria Edvige Strina attraverso riscontri informatici. Aveva preso alloggio in un albergo a quattro stelle.
La magistratura thailandese contesta ad R.N.B. il reato di violenza sessuale nei confronti di minori di età inferiore a 15 anni. Lo svedese è stato trasferito a Poggioreale in attesa di estradizione. 

25-06-2016 18:48:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO