DOMENICA 25 AGOSTO 2019
La cultura

Villa Pignatelli, da set della Wertmuller a palazzo a rischio crollo: appello a Franceschini

La dimora del 700 simbolo del degrado, la richiesta a Franceschini: "Salviamo un monumento"

di redazione
Villa Pignatelli, da set della Wertmuller a palazzo a rischio crollo: appello a Franceschini
Da dimora storica utilizzata per set cinematografico, a esempio di degrado: per Villa Pignatelli di Montecalvo in largo Arso a San Giorgio a Cremano è in corso una mobilitazione culturale promossa dall'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giorgio Zinno, e da associazioni del territorio.
Il primo cittadino si rivolge al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e al Sovrintendente per i Beni Archeologici e Paesaggistici di Napoli, Teresa Elena Cinquantaquattro sollecitando interventi per non lasciar morire la villa settecentesca utilizzata come set cinematografico per i film 'Io speriamo che me la cavo', di Lina Wertmüller con Paolo Villaggio e 'Reality' di Matteo Garrone.
La dimora è di proprietà privata ed è supportata da grosse impalcature per impedirne il crollo. Più volte l'amministrazione ha sollecitato interventi di messa in sicurezza ai proprietari.
Il sindaco dice: "Palazzo Pignatelli non può essere lasciato crollare pezzo per pezzo sotto i nostri occhi, giorno dopo giorno. Abbiamo il dovere di chiedere al ministro Franceschini e al sovrintendente Cinquantaquattro di intervenire perché questo è patrimonio dell'Italia e non solo di San Giorgio a Cremano".
14-03-2016 19:21:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO