MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2022




Forze dell'ordine

43 giorni di sciopero della fame: il segretario del sindacato di polizia collassa in piazza Montecitorio

Gianni Tonelli manifestava contro i tagli alle forze dell'Ordine operati sistematicamente negli anni

di Luca Olivetti
43 giorni di sciopero della fame: il segretario del sindacato di polizia collassa in piazza Montecitorio

Bisognava sensibilizzare l'opinione pubblica sulla grave situazione nella quale operano le forze di Polizia a seguito dei tagli lineari di cui sono state oggetto negli ultimi anni: Gianni Tonelli ha scelto di lottare nel modo più pacifico e civile di cui l’uomo sia capace, rinunciando ad alimentarsi. Da 43 giorni prosegue uno sciopero della fame che non ha intenzione di interrompere fino a quando le problematiche di cui è portavoce non otterranno l’attenzione delle forze politiche tutte.

Sono numeri importanti (18mila agenti in meno, solo per quanto riguarda la Polizia di Stato) quelli più volte denunciati da Tonelli e da molti altri delegati sindacali che nella loro coraggiosa battaglia per garantire la sicurezza di tutti i cittadini sono stati più volte oggetto di mobbing, sospensioni (nate da false accuse e per le quali sono già state presentate diverse denunce) quando non di vere e proprie minacce.

Oggi, mentre era in piazza Montecitorio a manifestare, un mancamento ha costretto il suo ricovero d'urgenza.

 

Riportiamo il comunicato del SAP:

"Alle ore 12.55, in Piazza Montecitorio, il Segretario Generale del SAP Gianni Tonelli ha avuto un mancamento ed è stato ricoverato al Pronto soccorso dell'Ospedale Santo Spirito.

Vergognoso il silenzio delle istituzioni nei confronti di un servitore dello stato che ha messo la sua vita nelle mani di chi ha il dovere di amministrare la sicurezza nel nostro Paese."

 

La nostra redazione seguirà la vicenda, perchè riteniamo la faccenda estremamente importante soprattutto per le nostre Terre, più di altre sensibili a questo genere di tagli.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

03-03-2016 15:01:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA