DOMENICA 01 AGOSTO 2021




Il fatto

A Castellammare aggredita dai vicini, calci e pugni come ritorsione per una denuncia

La vittima portata in ospedale, aveva chiamato i vigili per lavori in un terreno a via Napoli

di Redazione
A Castellammare aggredita dai vicini, calci e pugni come ritorsione per una denuncia

Aggredita dai vicini. Calci, pugni e colpi alla testa fino a quando non ha perso conoscenza. Ad innescare la terribile sequenza di violenza una segnalazione ai vigili urbani per lavori che stanno partendo a via Napoli. La vittima, questa mattina, ha informato il comando di Polizia municipale dell'inizio di un'opera alla periferia di Castellammare in un terreno agricolo accanto alla casa della madre. Ma prima ancora che gli agenti arrivassero alla conclusione sulla natura dei lavori, rispondendo alle richieste di chiarimento della donna che sospetta si tratti di un intervento abusivo, è arrivata la violenta reazione dei vicini. Dalla lite scoppiata in seguito alla segnalazione, è partita poi l'aggressione che ha coinvolto anche il fratello della vittima. La donna ha perso conoscenza ed è stata portata al Pronto soccorso del San Leonardo. Visitata dai medici dell'ospedale di Castellammare, gli sono stati riscontrati lividi ovunque, in particolare sul viso e ha dovuto mettere un collare per i colpi ricevuti alla testa, che dovrà portare finchè non sarà definitivamente guarita. Aperta un'inchiesta sul raid che avrebbe potuto trasformarsi in una tragedia. 

25-10-2018 19:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA