LUNEDÌ 03 AGOSTO 2020
Il fatto

A Castellammare apre il circolo contro il racket e per la Legalità, Luigi Cuomo ai ragazzi: "Qui dove la criminalità faceva affari, ora ci siete voi"

La commozione del figlio di Cavaliere: "Io voglio che i miei cinque figli restino a vivere qui"

di Mariella Parmendola
A Castellammare apre il circolo contro il racket e per la Legalità, Luigi Cuomo ai ragazzi:

E’ commosso quando parla in una sala stracolma di insegnanti e studenti. Raffaele Cavaliere racconta di quello che vorrebbe, dei suoi sogni: “Io ho cinque figli nati a Castellammare, il mio impegno è diretto a dare a loro la possibilità di restare qui”. L’imprenditore di Gragnano, a cui la camorra ha ucciso il padre che si ribellò alla richiesta di pagare il pizzo, si muove sul filo che lega il suo passato al futuro dei giovani presenti nel Circolo della Legalità. E’ emozionato quando, questa mattina, entra nel luogo confiscato al commercialista Aniello De Rosa di fronte alla Cassa Armonica, accusato di avere riciclato i soldi del clan D'Alessandro. Uno spazio che spiega Luigi Cuomo, di Sos Impresa sarà aperto ai ragazzi: “Qui potrete fare quello che volete. Anche feste o momenti di divertimento. Questo posto è vostro. Qui la criminalità ci faceva affari, ci faceva girare i soldi. Lo Stato glielo ha tolto e ora lo riconsegna alla città gratis". Poi la spiegazione sul perchè è intitolato a Michele Cavaliere: "Era un commerciante che non si è piegato, era solo e la camorra lo ha ucciso. Che la criminalità non ammazzi più nessuno dipende da tutti noi. Il figlio Raffaele vi racconterà che oggi non accadrà mai più quello che è successo a lui, perchè oggi ci siamo noi". Una giornata di riscatto in una città che in questi anni non ha mai avuto uno sportello Antiracket e ora invece potrà contare sul ruolo di Sos Impresa. La pensa così anche il sindaco di Toni Pannullo: "Oggi sono orgoglioso di essere il sindaco di Castellammare". "Una città bella" dice il prefetto nazionale per l'Antiracket Guttaia: "Gomorra c'è dove domina il degrado e l'abbandono, voi vivete in un posto dove regna la bellezza". Ma da domani spenti i riflettori saranno i ragazzi delle associazioni a tenere aperto lo spazio della legalità, dal Cps a Legambiente costituiranno le braccia e la passione per tenere apero il Circolo della legalità nel centro di Castellammare. 

03-02-2018 12:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA