MARTEDÌ 26 OTTOBRE 2021




Il fatto

A Castellammare il falò contro i pentiti, De Luca: "La Procura al lavoro per cancellare episodio indegno"

Il governatore si rivolge ai giovani stabiesi: "Resistete, siete la parte migliore dellacittà"

di Redazione
A Castellammare il falò contro i pentiti, De Luca:

Un falò al Savorito con un messaggio di morte ai pentiti. Un'inchiesta aperta dalla Dda e gli inquirenti al lavoro per individuare i cinque uomini che nel quartiere alla periferia di Castellammare nella notte di venerdì hanno inviato un'intimidazione ai collaboratori di giustizia. Dopo tre giorni interviene il governatore De Luca che in Regione ha presentato oggi la nuova edizione del Festival dedicato a Viviani e finanziato da Santa Lucia. "Sono degli imbecilli. Castellammare è salita all'onore delle cronache per un episodio indegno e quindi non posso non esprimere solidarietà e sostegno alla magistratura e alle forze dell'ordine per la battaglia contro i poteri criminali presenti in una città fatta di lavoro, dignità e grande cultura". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a proposito del manichino impiccato dalla camorra al falò dell'Immacolata a Castellammare di Stabia.
"C'è un'indagine in corso - ha detto De Luca - la Procura è al lavoro perché siano cancellate realtà che hanno segnato la vita di Castellammare. Rivolgo anche un appello ai giovani a resistere ed esprimere sempre la parte migliore della città. La comunità stabiese si è indignata. Io sono fiducioso, credo che i giovani reagiranno bene. Ci siamo stancati di queste idiozie, dalle stese ai manichini, ognuno deve fare propria parte a sostegno delle istituzioni".
De Luca, a margine della presentazione del ciclo di spettacoli teatrali "Cantiere Viviani" al via stasera proprio a Castellammare e finanziata dalla Regione, ha spiegato che "l'iniziativa che la Regione promuove - ha detto - è la risposta più bella, efficace e importante che possiamo dare a quegli imbecilli delinquenti che hanno appeso i manichini a Castellamare. La città è una delle aree di sofferenza da questo punto di vista in Campania, la delinquenza organizzata è una realtà, ma Castellammare come Napoli vivono di grande cultura, umanità, tradizione fatta di lavoro e sacrificio di migliaia di persone".

10-12-2018 15:51:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA