DOMENICA 03 LUGLIO 2022




Il caso

A Castellammare preoccupazione sul viadotto del San Marco, la parlamentare Teresa Manzo: "Abbiamo chiesto rassicurazioni all'Anas"

La denuncia della consigliera regionale Beneduce: "Mai chiarito il livello di rischio"

di Redazione
A Castellammare preoccupazione sul viadotto del San Marco, la parlamentare Teresa Manzo:

Gli stabiesi si allarmano. Il sindaco Gaetano Cimmino in contatto con l'Anas rassicura e i Cinquestelle si rivolgono al governo amico. Dopo il crollo del ponte a Genova, si riaccendono i riflettori sul viadotto del San Marco a Castellammare. "Senza creare inutili allarmismi, stiamo attivando tutti i canali istituzionali necessari per avere un resoconto dello stato di alcune infrastrutture che continuano ad essere oggetto di segnalazione da parte dei cittadini, come il viadotto San Marco a Castellammare". Così scrive in un post su Facebook la deputata del Movimento 5 stelle Teresa Manzo. "In questi giorni sono state decine le segnalazioni, anche con foto, ricevute dai cittadini dopo la tragedia del Ponte Morandi". "Questa mattina insieme alla collega portavoce alla Camera dei Deputati Carmen Di Lauro abbiamo inoltrato richiesta all'Ente Anas SPA per conoscere gli esiti degli accertamenti sulla staticità del Viadotto San Marco (SS145 - Variante Galleria S. Maria di Pozzano) e il piano programmatico che si intraprenderà su tutte le opere di manutenzione relative al predetto viadotto". "Vi terremo aggiornati in tempo reale sulle risposte da parte degli enti preposti", conclude. Più allarmata Flora Beneduce, che da consigliere regionale si rivolge al governatore De Luca. “Nei giorni del cordoglio e vicinanza ai familiari delle vittime della catastrofe di Genova, agli sfollati e all'intera comunità genovese, tornano gli interrogativi sulla sicurezza dei ponti e dei viadotti della nostra regione, la cui  stabilità  è messa a dura prova  dall'usura nel tempo,  dagli smottamenti sismici e dal dissesto idrogeologico causato dai cambiamenti climatici” – ad intervenire è Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia.   “In Campania l'unico sorvegliato speciale sembra essere il Viadotto Manna ad Ariano Irpino ma, purtroppo, non è l'unico a rischio stabilità. Ho chiesto a più riprese all'ANAS di chiarire  il reale livello di rischio del Viadotto San Marco – arteria di collegamento tra  Castellammare e  Penisola Sorrentina  - richiamando alle proprie responsabilità i capi dipartimento” – denuncia la consigliera. “Non ho mai ricevuto  nessuna risposta puntuale  ma, solo generiche assicurazioni dovute a verifiche tecniche effettuate. C'è voluta  la tragedia di Genova per fra rientrare il  Viadotto San Marco tra quelli a rischio.” “Sappiamo bene che  la Campania è tra le regioni più esposte a dissesto idrogeologico che insieme alla tenuta delle infrastrutture rappresenta una vera e propria emergenza”. “La sicurezza del territorio, che comprende la tenuta di ponti, viadotti e strade, doveva essere una priorità per il Presidente De Luca – ma così non è stato. Mi aspetto, da questo momento in poi, che la giunta regionale si metta a lavoro per predisporre  un piano straordinario di interventi- conclude la Beneduce - iniziando con il recupero di risorse economiche non utilizzate per mancanza di coordinamento tra le fonti di finanziamento".
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

16-08-2018 17:09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA