MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




la notizia

Abbattuta a Napoli la casa di Davide Marotta il 'Ciribiribi Kodak' degli anni '80

Ruspe in azione, inutile l'appello dell'attore che vive con la mamma disabile

di Red
Abbattuta a Napoli la casa di Davide Marotta il 'Ciribiribi Kodak' degli anni '80

Molti ricorderanno la pubblicità di una nota marca di rullini che negli anni '80 imperversava sulle reti televisive con l'alieno Ciribiribi che atterrava sulla Terra per scattare foto, tempi lontani oggi preistoria visto a all'epoca i il digitale era ancora una chimera.
Il refrain di quella pubblicità - "Ciribiribi Kodak" - è stato un tormentone che per anni ha segnato la carriera di Davide
Marotta, attore partenopeo che si è fatto beffa della malattia da cui è affetto, il nanismo, e che nel suo curriculum può
vantare partecipazioni anche con nomi importanti del cinema italiano e internazionale quali Matteo Garrone, Dario Argento e Mel Gibson tra gli altri.

Il nome di Marotta, che oggi ha 60 anni, è tornato alla ribalta per una vicenda che nulla ha a che fare con lo spettacolo. Oggi, infatti, a 23 anni dalla sentenza di demolizione, è iniziato l'abbattimento della casa in cui l'attore viveva a Napoli con la madre 90enne e il fratello. Un ex rudere di fine Ottocento in via Cupa del Principe a Poggioreale.
Inutile l'appello affidato ai social dall'attore nei giorni scorsi: all'alba le ruspe si sono messe in azione. 
 
 Sul caso nei giorni scorsi ha preso posizione anche la politica. Il consigliere regionale leghista, Severino Nappi, oggi ha scritto sui social a corredo del video della demolizione: "Questa è la casa di Davide Marotta che viene abbattuta. Mandare per strada un'intera famiglia, con un'anziana disabile di quasi 90 anni, non è giustizia. Questa è una giustizia sorda al buonsenso, senza flessibilità, senza ragione. Non ci fermeremo. La nostra battaglia continua". 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

21-11-2022 18:03:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA