GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021




Il rapporto di Legambiente

Abusivismo sulla costa, alla Campania la maglia nera: reati in aumento

La stessa regione prima anche per inquinamento del mare

di Redazione
Abusivismo sulla costa, alla Campania la maglia nera: reati in aumento

Secondo il rapporto, la classifica degli illeciti vede la Campania al primo posto (con 3.110, il 16,8% del totale, 6,6 per km di costa) che svetta anche per 'cemento illegale' (quasi 20% reati); seconda la Sicilia (3.021 reati, 16,4%); al terzo posto il Lazio (1.920). Seguono quindi Calabria (1.838 illeciti) e Puglia (1.701). Sempre Campania, Calabria, Puglia, Sicilia e Lazio guidano la classifica dei reati legati all'inquinamento delle acque che insieme arrivano al 57,5% degli illeciti nazionali.
La top 5 dell'abusivismo edilizio di quest'anno, osserva Legambiente, ''vede accanto agli scheletri di Pizzo Sella a Palermo, il villaggio di Torre Mileto a Lesina (Fg), lo scheletro dell'Aloha Mare ad Acireale (Ct), le 35 ville nell'area archeologica di Capo Colonna a Crotone, e le case abusive dell'Isola di Ischia''. Per questo, osserva la presidente di Legambiente, Rossella Muroni, ''approvare al più presto la legge sugli abbattimenti degli ecomostri, che giace in Parlamento dal 2012, è una priorità per il nostro Paese''.
Tante le tappe dell'imbarcazione anti-illegalità Goletta Verde: da Genova a Porto Venere, all'Isola d'Elba, Ostia, Terracina, Ischia, Pollica, Marina di Camerota, Sapri, Maratea, Cetraro, Villasimius, Cagliari, Favignana, Ustica, Barcellona Pozzo di Gotto, Castro, Bisceglie, Lesina, Termoli, Vasto, Ancona, Senigallia, Ravenna, Porto Levante, Venezia; e infine Grado, ultima tappa del viaggio a Ferragosto.

17-06-2016 16:16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA