GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021




Il fatto

Accoltellato in una festa con duemila studenti, vittima sempre in prognosi riservata

Il sedicenne di Castellammare ha confessato: 'Ho gettato l'arma nel Sarno'

di Redazione
Accoltellato in una festa con duemila studenti, vittima sempre in prognosi riservata

È ancora in prognosi riservata il diciannovenne di Agerola accoltellato durante una festa da un ragazzo di appena sedici anni. Il giovane di Castellammare ha confessato di avere ferito la vittima, aggiungendo di avere gettato il coltello nel fiume Sarno mentre fuggiva dal party di Pompei, dove aveva ridotto in fin di vita il giovane tra la folla di un evento a cui hanno partecipato duemila studenti. Una vendetta per una lite avvenuta in precedenza. Gli agenti del Commissariato di Polizia di Pompei, hanno dato esecuzione al fermo di indiziato di delitto disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli nei confronti del ragazzo stabiese, resosi responsabile del tentato omicidio di un diciannovenne che versa tutt’ora in prognosi riservata a seguito del perforamento di un polmone e di un’arteria femorale. Il provvedimento, a cui seguirà richiesta di convalida, è giunto al termine di un’attività di indagine condotta dalla squadra investigativa del commissariato di polizia di Pompei sotto il coordinamento della Procura della Repubblica dei Minori, iniziata nei momenti immediatamente successivi al fatto di sangue avvenuto nella notte a cavallo tra l’8 e il 9 ottobre presso un locale di Pompei dove era in corso una festa organizzata da studenti degli istituti superiori di Castellammare. Le indagini, svolte nell’immediatezza, hanno permesso di raccogliere varie testimonianze ed elementi di prova a carico del giovane che, per futili motivi, aveva accoltellato il malcapitato. Poche ore dopo i fatti in contestazione, gli agenti, negli uffici del commissariato di Polizia, sotto il coordinamento del Sostituto Procuratore della Repubblica dei Minori, davano esecuzione al provvedimento di fermo nei confronti del minore che è stato portato in carcere ai Colli Aminei in attesa della convalida del provvedimento di fermo.

10-10-2021 23:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA