MARTEDÌ 04 AGOSTO 2020
Cultura

Al Mav di Ercolano l'anteprima assoluta del film sulla morte di Pasolini

Parte la seconda edizione del Festival della memoria, ogni giorno un evento

di Redazione
Al Mav di Ercolano l'anteprima assoluta del film sulla morte di Pasolini

Un festival della memoria non può non ricordare Umberto Eco. Ma i riflettori nazionali si accenderanno sul Festival di Ercolano per l’anteprima del film su Pasolini interpretato da Massimo Ranieri. Per cercare di chiarire i tanti punti oscuri attorno alla morte del regista si dovrà aspettare il 21 marzo con l’anticipazione assoluta del film “La macchinazione”. Scontato l’appuntamento poi con l’omaggio a Umberto Eco. Ancora in programma archeologia e musica, i 100 anni della teoria della relatività, eventi teatrali e di cinema da Pasolini, con l'anteprima di 'La macchinazione' di David Grieco con Massimo Ranieri il 21 marzo, alla Nouvelle Vague, oltre oltre 30 ospiti tra i quali Michael Makarewicz, Directing Animator di Pixar, i registi Davide Ferrario, Roberto Faenza, Giancarlo Soldi, gli attori Andrea Renzi, Stefania Casini; gli scrittori Shady Hamadi, Igiaba Scego, Ouejdane Mejri: è la seconda edizione del Festival della Memoria organizzato dal Mav (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano.
Per un mese, fino al 30 marzo, il calendario declina il tema sotto i più svariati aspetti, dall'arte alla tecnologia, all'audiovisivo, alla letteratura. "Il Festival della memoria quest'anno continua l'esplorazione di tracce e linguaggi diversi per avere uno sguardo sul mondo d'oggi", dichiara il curatore Ciro Cacciola, direttore del Mav. Si tratta, continua Cacciola, "un programma di eventi, dialoghi, incontri, interviste che è un'archeologia del presente e una ricerca di prospettive del futuro che sta accadendo".
Dopo l'anteprima del 27 gennaio con l'installazione delle sorelle Wilson dedicata a Kubrick, il programma parte domani, ore 11.00, con Cocco Cantini e Simona Rafanelli, un musicista e un'archeologa in "Sulle note del mistero. La musica perduta degli etruschi". Tra gli appuntamenti più significativi, il 10 marzo, alle 17.00, incontro con Shady Hamadi, autore del libro "La felicità araba. Storia della mia famiglia e della rivoluzione siriana", Igiaba Scego, autrice del libro "Adua", Ouejdane Mejri co-autrice del libro "La rivolta dei dittatoriati".
L'11 marzo, alle 20, spettacolo teatrale di Andrea Renzi "Caproni!" ispirato all'opera di Giorgio Caproni. Il 18 marzo "Eruzioni: Notte bianca della cultura"; il 21 marzo (ore 10,30), "Bambini nel tempo", un film di Roberto Faenza con materiale Teche Rai, che sarà seguito da "Per non dimenticare", evento su Pier Pasolini a cura di Mario Serenellini, con Maria Pia Ammirati, Carlo di Carlo, Roberto Faenza, David Grieco e dall'anteprima assoluta del film "La macchinazione". Il 22 marzo "Omaggio a Umberto Eco" con la videoinstallazione "Umberto Eco: Sulla memoria", di Davide Ferrario (dalla Biennale d'Arte di Venezia 2015) e l'audio ritrovato della tavola rotonda Eco-Del Buono-Vittorini e solo parzialmente trascritta nel n.1 di Linus.
Ultimo evento del Festival, II edizione, sarà l'inaugurazione della installazione "Herculaneum 4k/360", passeggiata virtuale nel sito di Ercolano, attraverso un film in 4K in una sala di proiezione a 360 gradi.

26-02-2016 17:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA