MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE 2019
La storia

Alfano a Casola per intitolare la scuola a Raffaele Iozzino, la dirigente: "Così diventa il papà dei nostri ragazzi"

Alla cerimonia per l'agente della scorta di Moro, ucciso a via Fani, autorità e tanti giovani

di Paolo Di Capua
Alfano a Casola per intitolare la scuola a Raffaele Iozzino, la dirigente:

Arriva il ministro Alfano a Casola per intitolare la scuola all’agente Raffaele Iozzino. Concittadino, che a 24 anni, perse la vita nell’attentato di via Fani durante il rapimento Moro. Lui, che faceva parte della scorta, resto vittima dell’attentato firmato dalle Br. La cerimonia questa mattina si è aperta con l’inno di Mameli, subito dopo è toccato al sindaco, Domenico Peccerillo, dare il via all’iniziativa. Il primo cittadino si è rivolto agli studenti presenti in Piazza del Crocifisso, riprendendo una frase di Papa Francesco: “Giovani date tutto”, insieme all’augurio che il futuro dei ragazzi presenti sia rafforzato da momenti come questo. E’ stata la dirigente della scuola che è intitolata a Iozzino a parlare dell’agente ucciso. “Ci ha lasciato una straordinaria testimonianza di vita. Giusto intitolarla a Raffaele. Iozzino così diventa il papà dei nostri alunni”. Iozzino è un eroe perché il sedici marzo del 1976 non esitò ad uscire dall’auto per tentare un’ultima disperata azione per fermare i terroristi. “Un eroe – continua la dirigente – è chi non tradisce la propria coscienza e pone all’apice dei propri valori la dignità”. 

24-10-2016 11:58:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO