DOMENICA 17 OTTOBRE 2021




Il fatto

All'altare con il cane, la proposta della sposa provoca l'ira del parroco: "Non posso dire cosa ho risposto"

Dopo Franco Rapullino: "Mi ha detto che era l'affetto più caro che aveva"

di Redazione
All'altare con il cane, la proposta della sposa provoca l'ira del parroco:

Al suo fianco nel momento del sì. Lo voleva accanto quando, mentre suona la marcia nuziale, dall'ingresso con velo e abito bianco raggiunge lo sposo. Non si aspettava di provocare l'ira del parroco che ha cacciato madre e figlia dalla chiesa. All'altare il giorno del matrimonio accompagnata dal suo cane, l'affetto più caro che ha. La singolare proposta di una promessa sposa dell'entroterra campano non ha convinto il parroco della chiesa napoletana di San Giuseppe a Chiaia, don Franco Rapullino, che l'ha respinta al mittente. "Mi ha detto che era l'affetto più caro che aveva e che lo voleva con sé all'altare in un momento così importante della sua vita. Non posso dire cosa ho risposto - racconta all'Ansa il sacerdote che ha reso pubblico l'episodio nel corso di una recente omelia domenicale - diciamo solo che dopo mi sono dovuto confessare. E non credo proprio che quelle persone (mamma e figlia) torneranno nella mia chiesa. Non sono stato diplomatico nel dire no". "Affermo - spiega - la totale ammirazione dell'Opera di Dio nel Creato, regno animale compreso e ne adoro il Suo disegno. Ho manifestato il mio disappunto circa la pretesa di una giovane sposa fuori della provincia di Napoli che voleva entrare solennemente e al suono dell'organo non assieme al suo padre o chi ne fa le veci, com'è di tradizione, bensì accompagnata all'altare dal suo cane...".
"Il diniego - osserva - fu dettato unicamente dall'eccentricità della richiesta e non certamente disprezzando gli animali. Preferii ironizzare e, non essendo da me conosciuta poiché non mia parrocchiana la invitai a lasciarsi meglio consigliare circa l'inopportunità di tale richiesta. Ben lungi - conclude il parroco - dal disprezzare quindi animali di alcun tipo, piuttosto amarezza nel costatare con quale spirito, a volte di leggerezza, ci si avvicina a una sacramento così importante qual è per noi cattolici la consacrazione dell'amore nuziale!". 

10-02-2017 11:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA