LUNEDÌ 29 NOVEMBRE 2021




Il fatto

Allerta terrorismo, più controlli a Pasqua: lungo elenco di obiettivi sensibili da chiese a supermercati

Il Viminale chiede ai prefetti attenzione ai social e alla rete Internet

di Redazione
Allerta terrorismo, più controlli a Pasqua: lungo elenco di obiettivi sensibili da chiese a supermercati

E’ allerta terrorismo per il fine settimana di Pasqua. Chiese e alberghi sono considerati obiettivi sensibili. Lungo l’elenco dei luoghi ritenuti a rischio dopo che gli ultimi attentati hanno dimostrato che gli attentatori possono colpire nei posti affollati, ma anche meno noti. Chiesta la massima attenzione ai prefetti su tutto quello che si muove in rete, sui social come su Internet. In vista dei giorni festivi le forze di polizia dovranno assicurare "massima visibilità" e dedicare una "speciale attenzione" ai luoghi in cui si trovano chiese, santuari e simboli della cristianità, a partire dal Vaticano dove dovrà essere garantita la "più scrupolosa attuazione dei servizi di vigilanza e sicurezza". Lo afferma il Dipartimento della Pubblica Sicurezza nella circolare per la predisposizione dei servizi sottolineando che le cerimonie potrebbero richiamare "azioni criminose" e, visto lo scenario internazionale, "progettualità terroristiche o eversive".
Nel documento si chiede anche a prefetti e questori di dare "ulteriore impulso" ai controlli verso obiettivi istituzionali, altri luoghi di culto, musei, monumenti e siti turistici, centri commerciali, supermercati e metropolitane, carceri e tribunali, strutture militari, siti industriali. Quanto ai controlli in porti, aeroporti e stazioni, si chiede la "puntuale osservanza" di tutte le procedure di sicurezza previste: "Scrupolosi controlli" che devono riguardare anche gli scali minori. va garantito "un costante ed accurato" controllo su alberghi e ogni tipo di esercizio ricettivo. E' una delle "priorità" sottolineate dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza nella circolare con la quale si indicano le linee per la predisposizione dei servizi di controllo del territorio.
Oltre a porre una particolare attenzione su tutti gli obiettivi a rischio, il Dipartimento chiede inoltre a prefetti e questori di implementare l'attività di raccolta delle informazioni, con particolare riferimento a persone sospettate di contiguità con formazioni terroristiche, di intensificare i controlli su tutti quei soggetti ritenuti sospetti e pericolosi, di attuare un monitoraggio mirato di Internet e dei social.

13-04-2017 19:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA