DOMENICA 23 GENNAIO 2022




Finanza

Amazon non è "Too Big To Fail", per il suo fondatore fallirà

Bezos non ha dubbi: il futuro dell'azienda è lo stesso di tutti i grandi gruppi

di Gaetano Mataluni
Amazon non è

Chi ha detto che Amazon è “too big to fail”, ovvero “troppo grande per fallire’?
A dirlo non è un detrattore del colosso dell’ecommerce ma lo stesso fondatore, Jeff Bezos che ha parlato della questione in occasione di un evento che si è svolto a Seattle.
Per il manager del colosso retail online che, con la sua sola presenza, ha fatto chiudere i battenti a diverse società del settore con modelli di business più tradizionali, Amazon è destinata comunque ad andare in bancarotta, insomma a fallire. E non perchè si tratta di Amazon, ma perchè ogni business ha una durata.
Se guardate alle grandi società, il loro arco di vita tende a essere di 30 e più anni, non di 100 e più anni“.
Ovviamente Bezos spera che il giorno fallimento sia il più lontano possibile e per far questo ritiene fondamentale non perdere di vista il focus, ovvero le esigenze dei clienti, “ossessionarsi su di essi – ha detto infatti Bezos, ed evitare di preoccuparsi troppo, se iniziamo a concentrarci su noi stessi, invece che sui nostri clienti, allora sarà l’inizio della fine chiosa il magnate..
Quello che appare certo è che al momento il gruppo americano vive una situazione finanziaria rosea come mai è successo prima. Basti pensare che la forza lavoro di Amazon è cresciuta di più di 20 volte negli ultimi otto anni e conta oggi più di 600.000 dipendenti, a fronte di un titolo azionario più che quadruplicato in Borsa, dal 2013.
Forse difficile fare meglio per il futuro?
Qualche nube si vede all’orizzonte per i ricavi stimati nel quarto trimestre dell’anno, che solitamente è il più redditizio per via delle feste natalizie, e che inceve dovrebbero essere inferiori rispetto a quelli stimati dal mercato.

17-11-2018 14:14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA