MARTEDÌ 28 GIUGNO 2022




Il fatto

Asl Na3, terapie domiciliari e ambulanze ai privati

I sindacati: 'E' gravissimo, fermate tutto'

di Redazione
Asl Na3, terapie domiciliari e ambulanze ai privati

Le terapie ai pazienti curati a casa e il trasporto dei malati affidati ai privati. È la decisione assunta dai vertici dell'Asl Na3.

Contro questa decisione sottoscritta una nota firmata dai sindacati. Un duro documento unitario a firma di Cgil, Cisl, Uil, Fials, Nursing Up è stato indirizzato ai dirigenti dell'Asl per chiedere di bloccare il percorso iniziato: « In riferimento alle delibere citate in oggetto, dove si evince la chiara volonta? politica di affidare a terzi, servizi strategici e pezzi del sistema pubblico quali cure domiciliari e trasporto infermi, esprimiamo tutto il nostro dissenso, la nostra disapprovazione, il nostro assoluto distacco".

Continua il documento: "Riteniamo che questi servizi debbano essere assolutamente a gestione pubblica, prestazioni dirette da parte di operatori del SSN, al fine di fornire ai cittadini e ai lavoratori, il massimo delle garanzie possibili.
Spesso questi appalti non risolvono neppure il paventato risparmio economico, ma altro non sono che autentiche penalizzazioni nei riguardi dei lavoratori, molto spesso sottopagati, ai quali vengono applicati contratti assai fantasiosi con regole mai condivise e rispettate. Ci saremmo aspettati, considerato l’altissimo numero di precari presso la nostra azienda, un atteggiamento diverso indirizzato al superamento del precariato nelle strutture pubbliche che passi attraverso la sempre piu? internalizzazione dei servizi.

Dobbiamo prendere atto invece, che si vuole continuare a percorrere il sentiero della provvisorieta?, della incertezza, della insicurezza. Ci saremmo aspettati piu? coraggio dopo la tempesta pandemica, che ha dimostrato che c’e? da edificare un nuovo modello di Sanita? del territorio, altro che esternalizzare.

Il Covid ha messo in risalto ed ha accentuato la necessita? di un contesto pubblico forte, di dare risposte e assicurazioni necessarie che purtroppo sono mancate. Dobbiamo avere un’altra visione del futuro, ripercorrendo quelli che erano i principi fondanti del SSN, in attesa delle risorse che il PNRR distribuira? alle varie aziende sanitarie affinche? la sanita? sia sempre piu? “pubblica” e per tutti.

Pertanto, questa politica aziendale tesa alle esternalizzazioni, da noi non condivisa, va rivista e ridiscussa".


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

24-04-2022 23:29:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA