MARTEDÌ 30 NOVEMBRE 2021




Verso il voto

Bagno di folla per il centrodestra con la Carfagna: "Fieri di avere mandato a casa Pannullo, città affidata a incapaci"

Sul palco Vessella, Pentangelo, Di Nardo E Rivellini: "Squadra di competenti, ci prenderemo cura di questa terra"

di Mariella Parmendola
Bagno di folla per il centrodestra con la Carfagna:

Si sentono ad un passo dalla vittoria. Menzionano i dati dei sondaggi che citano dal palco, lo fanno trasparire dai sorrisi e dalla sicurezza con cui si rivolgono ad una sala affollata del teatro Supercinema. E rivendicano il merito di avere mandato a casa il sindaco Pannullo dopo 18 mesi di governo.. Di numeri dice Annalisa Vessella che, da candidata alla Camera, chiede un voto per la stabilità. Usa toni forti Rivellini, l'unico non berlusconiano nella serata dell'orgoglio azzurro. "Ho incontrato il gioielliere massacrato da quattro delinquenti, due si sono pentiti". Si riferisce a Michele Cimmino: "Lui è in sala, ha paura di trovarseli fuori dal negozio". Rivellini parla alla pancia del suo elettorato contro i migranti: "Una famiglia di via Gesù abita in una casa pericolante, sono in dieci. Per gli stranieri si fanno gli alberghi". È tutto così l'intervento del politico di Fratelli di Italia dal palco di una kermesse in cui l'ospite d'onore è Mara Castagna. Tra i supporter del centrodestra chi ha firmato per la fine anticipata del governo Pannullo, dopo averlo sostenuto. Tra la folla l'ex consigliere Nino Giordano e Daniele Pesentii, il vicesindaco diventato in pochi giorni il principale avversario di Pannullo. A fare da speaker il coordinatore di Forza Italia Antonio Pentangelo che vince la prova di consensi con il pd ancora intento a leccarsi le ferite nella stessa location: "Il Pd aveva in sala trenta persone a cui parlare". Di Castellammare parla Nello di Nardo: "C'ero anche io nella serata delle firme che hanno mandato a casa il sindaco Pd. Sono orgoglioso di esserci stato. Perche' avevamo abbandonato la città nelle mani di incapaci". Parla dei risultati delle precedenti amministrazione: "Chi non va a votare subisce la politica. Senza lavoro anche la sicurezza viene a mancare. A Fincantieri abbiamo dato un capannone che ha permesso 700 assunzioni. L'obbligo nostro e' questo. Io c'ero e tra due mesi torneremo a governare". Poi la replica agli attacchi: "Io ho messo le mani in bocca a migliaia di persone da odontoiatra ma le mani in tasca mai a nessuno. Io ce la farò". Poi il cavallo di battaglia contro gli abbattimenti: "Solo da noi le case vanno a terra. Al nord li hanno condonati". Pentangelo tocca altri tasti, quelli delle emozioni riscaldando la sala per la Carfagna: "Noi siamo il meglio". Sul palco anche Armando Cesaro opposizione a De Luca e volto scomodo di Forza Italia. È la Carfagna che chiude una kermesse durata un'ora secondo lo stile europeo: "Pentangelo e tutti gli altri formeranno una squadra prima a servire Castellammare. Questa città ha bisogno di politici capaci".

20-02-2018 21:07:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA