VENERDÌ 22 OTTOBRE 2021




Il caso

Bimbo di 10 anni non vuole andare a scuola e si lancia nel vuoto, i medici: "Migliora, respira da solo"

Ricoverato da ieri al Santobono, con molti traumi dopo il terribile volo

di Redazione
Bimbo di 10 anni non vuole andare a scuola e si lancia nel vuoto, i medici:

Non voleva andare a scuola. Ha detto di essersi dimenticato un quaderno, è tornato in casa e si è lanciato nel vuoto. Dopo le prime drammatiche 24 ore, migliorano le condizioni del bimbo di 10 anni che ha tentato il suicidio a Battipaglia. "La situazione stamattina è migliorata: il bambino, che era intubato fino a poco tempo fa, è stato estubato e respira autonomamente. Sicuramente è una situazione sempre molto critica ma questo è un dato positivo".
Lo ha detto Massimo Cardone, responsabile della Uo Rianimazione del Santobono di Napoli,  riferendo le condizioni di salute del bimbo di dieci anni che ieri è precipitato nel vuoto dalla mansarda di casa a Battipaglia, in quello che le forze dell'ordine ritengono un tentativo di suicidio. "Il bambino è arrivato da noi ieri in condizioni molto critiche, un trauma principalmente cranico, poi trauma dell'arto superiore e inferiore, trauma toracico e trauma dorsale e lombare", ha concluso Cardone. Il piccolo, che ha perso il padre morto di infarto, vive con la madre e la nonna. Lanciato nel vuoto è caduto proprio dinanzi alla mamma che lo aspettava fuori casa. Superati i momenti più drammatici, lo aspetta un lungo periodo di riabilitazione per superare la terribile esperienza. 

30-04-2019 19:17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA