MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2022




L'opinione

Black out Italia, in una Monaco blindata la nazionale di Conte asfaltata all'Allianz Arena

Troppo forte il divario con i campioni del mondo, le scelte del CT hanno lasciato molti dubbi

di Antonio De Felice
Black out Italia, in una Monaco blindata la nazionale di Conte asfaltata all'Allianz Arena

Dopo la bella prova di Udine contro la Spagna, la nazionale azzurra era chiamata alla riconferma contro un'altra corazzata del calcio mondiale: la Germania.
Così non è stato, la squadra schierata anche in modo spregiudicato da Conte con un 3-4-3 viste le assenze di giocatori importanti nello scacchiere tedesco, non ha retto il confronto, tanto da essere sotto di due gol già alla fine del primo tempo.
Centrocampo abulico e privo d'idee, attacco che non ha ripetuto le meraviglie fatte intravedere ad Udine, difesa ballerina, lo stesso Buffon in bambola, ci stavano tutti gli ingredienti per rimediare una figuraccia, e alla fine figuraccia fu con il golletto di El Shaarary che salva a stento la faccia.
Azzurri da rivedere? Pensiamo di no, la differenza fra le due nazionale è evidente, poi certo il campionato europeo, e i punti in palio può essere ben altra cosa, ma gioco e tasso tecnico diverso sono sotto gli occhi di tutti.
Naturalmente come tutti ci siamo posti delle domande tipo: a cosa serve un giocatore come Thiago Motta nel centrocampo azzurro? Non sarebbe stato più opportuno provare in questo ruolo chi sta facendo bene nella sua squadra di club? Siamo sicuri che l'Italia possa affrontare un europeo con una difesa a 3? E' stato utile dal punto di vista mentale annunciare già che Conte non sarà più il CT dopo Francia 2016?
Per ora tutti a casa a disputare un finale di campionato, almeno per quelli che giocano in Italia, schioppettante, dove tutto è ancora in ballo a 8 giornate dalla fine, a partire dallo scudetto.
Agli europei si ci penserà da metà maggio.
 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

30-03-2016 13:25:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA