DOMENICA 05 DICEMBRE 2021




L'omididio

Calciatore ucciso per una lite, l'appello della sorella di Raffaele su Fb: "Chi gli voleva bene parli"

In cella Alfredo Galasso accusato di omicidio volontario: domani il giorno della verità

di Antonio De Felice
Calciatore ucciso per una lite, l'appello della sorella di Raffaele su Fb:

Non si da pace. Vuole giustizia per il fratello ucciso. Appello su Fb della sorella del calciatore: "Voglio giustizia". E' prevista per domani davanti al gip di Napoli Luca Battinieri l'udienza di convalida del fermo di polizia giudiziaria emesso nei confronti di Alfredo Galasso, il 31enne accusato dell'omicidio di Raffaele Perinelli, il giovane calciatore ucciso sabato notte con una coltellata al cuore.
Quando si è costituito ai Carabinieri, accompagnato dal suo avvocato Rocco Maria Spina,  Galasso reo confesso e attualmente detenuto con l'accusa di omicidio volontario, ha detto di avere reagito d'impulso e di avere colpito il giovane con una sola coltellata nel corso della lite avvenuta a Miano, davanti a un circolo ricreativo in via Janfolla. Sotto choc per la sua morte anche tanti a Gragnano e Torre del Greco, il giovane calciatore infatti aveva indossato le maglie sia della Turris che della squadra dei Monti Lattari.
A quanto pare l'omicidio sarebbe avvenuto sotto gli occhi di testimoni e Raffaele, colpito a morte, è deceduto nel pronto soccorso dell'ospedale dove era stato trasportato proprio da uno sconosciuto che poi è fuggito senza lasciare traccia. 
Ed è proprio a chi ha provato a salvarlo che si rivolge la sorella. Francesca Perinelli ha lanciato un accorato appello tramite facebook dove chiede a chiunque volesse bene al fratello di aiutarla e testimoniare. Nel commovente messaggio Francesca chiede giustizia per il ragazzo ucciso, ma anche "per tutti gli altri che muoiono ingiustamente", aggiungendo:" io non mi arrenderò mai, smuoverò il mondo e lotterò a costo della mia stessa vita!".


 

09-10-2018 18:42:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA