DOMENICA 15 DICEMBRE 2019
Calcio

Calcio spettacolo allo Stadium: nella sagra dei gol Koulibaly condanna il Napoli nel recupero, 4 a 3 per la Juve il risultato finale

Azzurri dai due volti, recuperano una gara persa ma vengono condannati allo scadere

di Nicola Vanacore
Calcio spettacolo allo Stadium: nella sagra dei gol Koulibaly condanna il Napoli nel recupero, 4 a 3 per la Juve il risultato finale

Partita spettacolare all’Allianz Stadium di Torino, dove la Juve in vantaggio di tre reti a 30 minuti dalla fine si fa raggiungere dal Napoli che va in gol su due palle inattive e con Lozano che bagna con un colpo da maestro il suo debutto in maglia azzurra.
Ma come sempre "le partite finiscono quando arbitro fischia" e all’ultimo secondo Koulbaly con una clamorosa autorete regala la partita ai bianconeri 4 a 3 il risultato finale.
Primo tempo da incubo per il Napoli, con il risultato di  2 a 0 che ci sta tutto, e forse va anche un po’ stretto agli uomini di Sarri che sprecano almeno altre due occasioni da rete.
Una sola azione degna di nota per gli uomini Ancelotti nel primo tempo con un missile di Allan che mette in risalto le doti di Szczesny,  ma è veramente poco, pochissimo.
Da questo momento è solo Juve, che in 4 minuti va in rete prima con Danilo al 16’ e poi con Higuain al 19’; è un uno due che mette in ginocchio il Napoli e la partita in ghiacciaia.
Nella Juve si inizia a vedere la mano di Sarri in più di una giocata, mentre lo "stellone" che ha sempre accompagnato Ancelotti è appannato.
Dicevamo del Napoli, quasi non pervenuta la prova degli azzurri neila prima frazione, la squadra non gira e sbanda vistosamente in più di un’occasione con i reparti scollegati e il centrocampo a due che fa acqua da tutte le parti. Alla fine dei primi 45’ minuti è netta la differenza dei valori in campo.
La ripresa si apre con due sostituzioni in casa Napoli, fuori Ghoulam e Insigne e dentro Mario Rui e Lozano al debutto in maglia azzurra.
Cambia anche il modulo con la squadra che si schiera con un 4-4-2, non cambia la musica e al 53’ è Matuidi a sfiorare ancora la rete che solo la bravura di Meret gli impedisce.
Il nuovo assetto tattico consente a Mertens di provare a rientrare in partita dopo un primo tempo in cui è stato spettatore non pagante.
Al 58’ Emre Can sostituisce Khedira, ma al 61’ Cristiano Ronaldo serve il tris bianconero agli azzurri sempre più in bambola.
Da questo momento cambia la partita del Napoli che ha una reazione d’orgoglio e su punizione di Mario Rui al 66’ Manolas accorcia le distanze; dopo due minuti è Lozano a riaprire la gara al 69’, gol e debutto per il messicano.
La partita diventa bellissima con le difese assenti. Al 70’ i bianconeri con Douglas Costa vengono fermati dalla traversa, al 71’ e Fabian Ruiz  che per poco non agguanta il pari.
Ultime sostituzioni per le due squadre con Elmas che prende il posto di Allan e Dybala quello di Higuain.
A questo punto succede quello che non ti aspetti e Di Lorenzo al minuto 81 rimette in parità una partita che a 30’ minuti dalla fine il Npoli perdeva per 3 reti a 0.
Tutto finito? No. Al 48’ una sfortunata deviazione di Koulibaly mette la palla nella propria porta e condanna alla sconfitta la sua squadra.
 

Questo il tabellino:


JUVENTUS (4-3-3): All. Sarri (in panchina Martusciello)
Szczesny; De Sciglio (15' Danilo), Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira(59’ Emre Can), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain(75’ Dybala), Ronaldo.
NAPOLI (4-2-3-1): All. Ancelotti
Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam (46’ Mario Rui); Allan (73’ Elmas), Zielinski; Callejon, Fabian Ruiz, Insigne (46’ Lozano); Mertens.

Arbitro: Orsato

Reti: 16' Danilo (J), 19' Higuain (J), 61’ Ronaldo, 66’ Manolas, 69’ Lozano, 81’ Di Lorenzo (N), 48’ Koulibaly (N) autorete


Ammoniti:
Ghoulam (N), Di Lorenzo (N), Matuidi (J), Alex Sandro (J), Elmas (N)

 

 

31-08-2019 22:47:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO