SABATO 16 OTTOBRE 2021




Il fatto

Campania a rischio zona rossa, seconda regione per contagi e preoccupa la variante inglese

In giornata la decisione del ministro Speranza sui nuovi dati

di Redazione
Campania a rischio zona rossa, seconda regione per contagi e preoccupa la variante inglese

La Campania seconda in Italia per numero di positivi. Nella regione preoccupazione per il rischio di finire in zona rossa nella giornata di oggi. Il ministro Speranza dovrà valutare i dati per decidere dove imprimere la stretta e la possibilità che rientri anche la Campania esiste. Scattata la zona arancione lo scorso venerdì si potrebbe assistere in giornata ad una nuova stretta. In questo caso da lunedì mattina entrerebbero in vigore nuove chiusure. Oltre ai bar e ai ristoranti dovrebbe chiudere anche la maggioranza dei negozi. Fanno eccezioni gli alimentari e pochi altri. E soprattutto non sarebbe più consentito uscire di casa se non per motivi di salute, lavoro e necessità.

L'incidenza dei casi Covid, ossia il numero di positivi rispetto alla popolazione residente, in Campania è in aumento costante da almeno una o due settimane. Un indicatore diventato, nella valutazione epidemiologica della pandemia, più importante del semplice indice di infettività Rt (la capacità del virus di infettare) peraltro fino a qualche settimana fa misurato dalla cabina di regia nazionale in rapporto all'entità dei sintomatici, in Campania sempre pochi rispetto alla media generale. Del resto visto la mappa del contagio in Campania potrebbe scattare nella prossima settimana anche un lockdown provinciale tra Napoli e la provincia. 

Ora che la variante inglese sembra farsi strada anche in Campania l'attenzione è diventata massima anche a fronte dei primi segni di stress della capacità sanitaria degli ospedali.

ra mercoledì e ieri in Campania abbiamo registrato una media di 2.285 casi al giorno. Una settimana fa la media era di 1.463 casi e tre settimane fa la media era di 1.277. Inoltre ieri e il giorno prima abbiamo avuto una percentuale di positivi al tampone di oltre il 10%, mentre una settimana fa la percentuale oscillava intorno all'8,20%

26-02-2021 10:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA