SABATO 23 OTTOBRE 2021




Il fatto

Campania, De Luca blocca i saldi i commercianti: 'Vogliamo partire l'11'

La Confcommercio: 'Il governo faccia chiarezza sulle zone'

di Redazione
Campania, De Luca blocca i saldi i commercianti: 'Vogliamo partire l'11'

De Luca blocca i saldi in Campania. La Regione non vuole dare il via alla stagione degli sconti per evitare il rischio folla nei negozi. I dati del contagio Covid tornano ad aumentare e in Regione si avanza l'ipotesi di tornare in zona rossa. Non è stata ancora fissata la data di inizio, il presidente Vincenzo Schiavo: "Vogliamo chiarezza dal Governo Conte: potremmo partire tra 7 giorni solo se non saremo zona rossa, ma serve saperlo subito". Si è conclusa da poco la riunione tra l’Assessore al Commercio e alle Attività produttive della Regione Campania, Antonio Marchiello, e le associazioni di categoria, tra cui Confesercenti Campania, per stabilire la data di partenza dei saldi invernali 2021. Il presidente di Confesercenti Campania, Vincenzo Schiavo, presente all’incontro, ha proposto una data di inizio per la prossima settimana (in primis l’11, altrimenti il 12 o al massimo il 15 gennaio) in relazione alle decisioni del Governo – attese tra stasera e domani - circa le restrizioni anti-Covid da adottare per le regioni italiane dopo quelle già definite per le feste natalizie. «La riunione di oggi - afferma Vincenzo Schiavo - non ha ancora portato alla definizione dell’inizio dei saldi perché la Regione ha preso atto del nuovo innalzamento dei dati del contagio degli ultimi giorni ed è in tal senso in attesa del nuovo decreto legge che sancirà i comportamenti da tenere dopo il 6 gennaio e la zona che verrà assegnata alla Campania. Confesercenti chiede al Governo Nazionale chiarezza e adeguata tempistica. L’incertezza ha fatto quasi più danni del Covid, è inaccettabile non avere ancora notizie certe da qui a tre giorni circa la riapertura delle attività commerciali. La trasparenza è fondamentale, mettendo in chiaro che i saldi potrebbero rappresentare una piccola ancora di salvezza per i nostri esercenti, potrebbero dare un po’ di ossigeno per consentire a qualcuno di sopravvivere. Ma solo se, ovviamente, la riapertura dei negozi sarà possibile e non soggetta a restrizioni. In ogni caso urge saperlo subito». A seguito dell’incontro la Regione, dunque, ha fatto sapere che farà le sue valutazioni in base a quanto descritto e a quanto richiesto dalle associazioni e che renderà nota subito dopo la sua decisione.

04-01-2021 16:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA