GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021




il caso

Campania, ristoranti e lidi senza dipendenti La Mura: 'Stipendi troppo bassi, basta sfruttamento'

La senatrice difende il reddito di cittadinanza

di Redazione
Campania, ristoranti e lidi senza dipendenti La Mura: 'Stipendi troppo bassi, basta sfruttamento'

Annunci per trovare camerieri o bagnini, ristoranti alla ricerca di cuochi. E l'estate 2021, quella della ripresa, comincia con gli imprenditori che denunciano l'assenza di lavoratori da assumere. Una situazione che riguarda anche città come Castellammare e Torre Annunziata, con un'alta percentuale di disoccupazione, aggravata dalla crisi innescata dal Covid. Sul banco d'accusa il reddito di cittadinanza.

Ma la senatrice Virginia La Mura che, con altri parlamentari, ha portato avanti la battaglia sul sussidio a chi è in difficoltà non ci sta: «Le polemiche sollevate da molti imprenditori sulle difficoltà a trovare lavoratori stagionali arrivano puntuali con l’avvicinarsi dell’estate. Sarebbe bene chiarire che tali difficoltà, attribuite al Reddito di Cittadinanza, stanno invece negli stipendi eccessivamente bassi che troppo spesso si attribuiscono a queste categorie di lavoratori, con orari nei fatti superiori a quelli stabiliti contrattualmente per pochi euro all’ora, come stanno dimostrando numerose e recenti inchieste giornalistiche».

La senatrice pompeiana del Gruppo Misto ha una idea del tutto diversa: «Ritengo che la possibilità, data dal Reddito di Cittadinanza, di affrancarsi da questo vero e proprio sfruttamento, sia il più grande risultato della legge. La libertà di scelta di figure lavorative già di per sé precarie, molto spesso riguardanti giovani, è un traguardo importante che rappresenta il diritto fondamentale a non dover sottostare a qualsiasi richiesta pur di guadagnare qualcosa. Il governo non faccia l’errore di privare i lavoratori di questa salvaguardia, retribuzioni e ore di lavoro devono essere sempre adeguate e in linea tra loro ed è su questo che si deve intervenire, il Reddito di Cittadinanza ha bisogno certamente di essere integrato con misure che favoriscano concretamente l’inserimento di chi ne usufruisce nel mondo del lavoro, ma il suo ruolo a difesa della dignità dei lavoratori è una garanzia intoccabile. I giovani, e non solo, hanno voglia di lavorare, si sono però stancati di essere sfruttati».

16-06-2021 09:26:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA