MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Il fatto

Caos Circum, treni più lenti e corse da cancellare. I Cinquestelle contro De Luca: "Colpa sua"

Dal primo luglio l'Eav da Napoli a Sorrento in un'ora e 40 minuti, da tagliare il 50% delle corse

di Redazione
Caos Circum, treni più lenti e corse da cancellare. I Cinquestelle contro De Luca:

Caos Circum dal primo luglio. Con treni costretti a rallentare, corse cancellate e costi destinati ad aumentare. Da Napoli a Sorrento ci vorrà più di un'ora e quaranta minuti. "Decine di corse cancellate e tempi di percorrenza destinati a diventare biblici, per viaggi a bordo di vetture non a norma con i requisiti di sicurezza. Ecco a cosa andrà incontro chi viaggerà a bordo dei treni del gruppo Eav dal prossimo 1 luglio. Per colpa della totale inefficienza di De Luca e del numero uno dell'azienda che gestisce i trasporti regionali De Gregorio, entro quella data l'azienda che gestisce Circumvesuviana, Circumflegrea, Cumana e Metrocampania Ovest non sarà affatto in grado di rispettare i requisiti imposti dall'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, garantita dall'applicazione del sistema di controllo della marcia treno (Smct)". E' quanto denunciano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino e Tommaso Malerba, firmatari di altrettante interrogazioni alla giunta regionale, e il senatore M5S Agostino Santillo, che ha presentato un'interrogazione al ministro delle Infrastrutture e Trasporti.
"Senza questo sistema, ai treni sarà imposto il limite dei 50 chilometri orari. Il risultato, inevitabile, sarà la cancellazione automatica di molte corse e la scelta per migliaia di pendolari di preferire le automobili per i loro spostamenti, con inevitabili conseguenze per l'ambiente e il traffico veicolare. Treni lumaca e corse quasi dimezzate - sottolineano - accanto a disagi e disservizi che da sempre caratterizzano questi treni, a fronte del prezzo dei biglietti lievitato fin quasi del 50%". "In risposta al nostro question time di stamattina nell'aula del Consiglio regionale - rivela il consigliere Malerba - la giunta si è limitata a illustrare i passaggi di un'articolata programmazione dei futuri interventi previsti per i vettori Eav che, se fossero rispettati alla lettera gli interventi annunciati, saranno realizzati non prima della Primavera 2021, aggiungendo che sarà chiesta una proroga alla data del 1 luglio. Una richiesta assurda. Pur di non assumersi la responsabilità dei disagi che deriveranno e di non ammettere la propria negligenza, il governatore De Luca e il suo fedele supermanager De Gregorio implorano l'agenzia per la sicurezza delle ferrovie di consentirgli di far continuare a viaggiare i treni senza imporre alcun limite, mettendo così quotidianamente a rischio l'incolumità di pendolari, studenti e dei tantissimi turisti che utilizzano quei mezzi nella stagione estiva".
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

14-06-2019 18:54:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA