DOMENICA 17 OTTOBRE 2021




Caos e polemiche

Caos Pd, congresso provinciale ultimo atto: a Castellammare concesso un secondo tempo

Prevale la linea Casillo: nei circoli chiusi domenica, urne aperte sabato prossimo

di Redazione
Caos Pd, congresso provinciale ultimo atto: a Castellammare concesso un secondo tempo

Caos Pd. Arriva il secondo round. Ai circoli rimasti chiusi domenica concessa un'altra chance. E' l'ultimo atto di un congresso diventato ormai un caso nazionale. A Castellammare e nelle città in cui non si è votato domenica scorsa, le urne si apriranno sabato mattina dalle 9 alle 14. E' l'ennesima trovata di un copione che riserva sorprese ad ogni puntata. Tra conferme e smentite, il partito di Renzi manda in scena la farsa. E' passata la linea di Casillo e company che intendono così rendere valida una conta interna che per il momento si è chiusa con settemila votanti sui 26mila iscritti. E mentre l'ex Ds, Nicola Oddati, annuncia ricorsi da candidato alla segreteria e lo spoglio è congelato, spunta la soluzione degli sponsor di Costa: fare votare i circoli che non lo hanno ancora fatto. Un doppio tempo all'americana senza precedenti. Ma c'è anche da dire che con il congresso provinciale di Napoli il Pd ha già dato prova di riuscire a superare se stesso. A Castellammare il sindaco Antonio Pannullo domenica mattina aveva aperto e poi chiuso il Palazzetto del mare, sede della consultazione. Per Pannullo il balletto tra rinvii e conferme domenica era durato troppo: "La mia faccia viene prima di Andrea Rossi". Una dichirazione suonata anche in chiave distensiva nei confronti dei sostenitori di Oddati, a cominciare dall'ex vicesindaco Nicola Corrado, che avevano già dovuto ingoiare il rospo del rinvio del congresso cittadino. Ora, però, ai casilliani doc come Pannullo e Francesco Iovino viene data la possibilità di riallinearsi agli altri feudi del capogruppo regionale del Pd. La guerra è stata solo spostata di una settimana. Resta da vedere come la prenderà la parte avversaria che da qualche tempo può contare anche sull'adesione del Presidente del consiglio Melisse e della sua pattuglia di centinaia di iscritti benedetta da Roma. Insomma lo spettacolo sta per cominciare. 

14-11-2017 20:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA