MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE 2019
Il fatto

Capri, stop all'abbattimento di una casa abusiva: passa al comune

Sospesa la demolizione di un appartamento costruito negli anni 90

di redazione
Capri, stop all'abbattimento di una casa abusiva: passa al comune
A Capri stop all'abbatimento di una casa abusiva, che passa al comune. Sospesa una demolizione di un immobile abusivo che era oggetto di un provvedimento da parte della Procura; il pm Ilaria Mancusi Barone ha accolto l'istanza di sospensione che faceva riferimento ad una deliberazione votata in Consiglio comunale.
La deliberazione prevedeva l'acquisizione da parte del Comune di Capri dell'immobile abusivo situato in una zona non panoramica e a bassa densità abitativa di settantuno metri quadrati di proprietà di una famiglia caprese che l'aveva realizzata negli anni Novanta.
Il Consiglio comunale all'unanimità ha votato una deliberazione per acquisire al patrimonio comunale l'immobile "poiché si tratta di un abuso di limitate dimensioni - dice il sindaco di Capri - che rientra nei canoni dell'edilizia popolare". A portare avanti la richiesta di sospensione è stato l'avvocato Bruno Molinaro a cui il Comune di Capri ha affidato il patrocinio legale della pratica. L'istanza è stata accolta dal pm in attesa che venga chiarito il quesito anche dalla Corte Costituzionale.
Soddisfazione da parte del sindaco Marino Lembo per il provvedimento. "La mancata demolizione - ha detto il primo cittadino - è legata anche all'assenza di alloggi sull'isola ed il sindaco ha il dovere istituzionale di porvi rimedio sempre nell'assoluta osservanza del principio della legalità. Infatti demoliremo tutto ciò che dovremo demolire nei limiti della legge e cercheremo di conservare tutto ciò che potrà essere utile per la collettività. Nessuno sconto - conclude il sindaco di Capri - e tolleranza zero nei confronti degli abusivi".
07-10-2019 19:58:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO