SABATO 23 OTTOBRE 2021




Il fatto

Caruso e la sua storia, l'emozione regalata dal film L'Eterno

Tutto esaurito alla prima nazionale, Vicinanza: 'La prima pop star globale'

di Redazione
Caruso e la sua storia, l'emozione regalata dal film L'Eterno

L'emozione di immergersi nella vita di un grande artista che, partendo da Napoli, ha cambiato la storia della musica. Caruso torna grazie ad uno splendido lavoro del Mav. Nel suo rapporto con la madre che gli permette di studiare e di coltivare la sua bellissima voce una chiava di racconto inedita e ricca di emozioni. Alla prima nazionale del cortometraggio L’ETERNO, con Gianluca Terranova per la regia di Giovanni Pelliccia, si è registrare il tutto esaurito, rendendone necessaria la riprogrammazione nei prossimi giorni per evadere le tante richieste di prenotazione pervenute.

Ad introdurre il film, anche la prima del documentario “CARUSO LA MIA NAPOLI”, una passeggiata nei luoghi carusiani di Giovanni Pelliccia (durata 50 minuti).

I film, prodotti dalla Fondazione C.I.V.E.S. con il sostegno della Regione Campania, in collaborazione con la SCABEC e la FILM Commission regionale, sono un omaggio all’indimenticato tenore napoletano Enrico Caruso nel centenario della sua morte, come ci ha spiegato Antonio Bottiglieri, Presidente della SCABEC: “Per il centenario della morte di Enrico Caruso, il cittadino della Campania più noto al mondo, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, ha voluto che tutti gli Enti e i Siti culturali della Campania, nello sviluppo dei loro programmi, avessero un riferimento forte e chiaro alla storia del grande tenore napoletano e il MAV con i suoi film, prodotti per l’occasione, ha avuto senza dubbio un ruolo di primaria importanza  nel raccontare e far conoscere la vita di Enrico Caruso

“Caruso è la prima popstar globale – ha aggiunto Luigi Vicinanza, Presidente della Fondazione CIVES/MAV di Ercolano – in quanto rompe con la tradizione lirica ottocentesca italiana e dunque mondiale per affermare un genere canoro che scandalizza i tradizionalisti dell’epoca.  Al San Carlo non fu fischiato ma non piacque a quell’aristocrazia che considerava il teatro tempio dell’élite partenopea. Come poteva un figlio del popolo - era figlio di un fabbro Caruso - essere considerato un grande interprete? Enrico va in America, immigrato tra gli immigrati. Eroe grandioso e tragico. Usa tutte le tecniche allora consentite per diffondere e rendere ancor più popolare la lirica: incide dischi, gira film. È il primo in assoluto a farlo. Accumula una fortuna che in parte impiega per sostenere i più svantaggiati sia tra gli italiani d’America che tra quelli di Napoli. Un personaggio così non poteva non essere raccontato con una produzione del MAV, il museo digitale tra i più all’avanguardia oggi in Italia. Due video destinati a durare. Se infatti quest’anno ricorre il centenario della morte, nel 2023 si celebreranno i 150 anni della nascita di Enrico Caruso, avvenuta il 25 febbraio 1873.”

Sinossi del film corto "L'ETERNO" di Giovanni Pelliccia (durata 12 minuti circa). 
Sorrento, 31 luglio 1921 –  Enrico Caruso è seduto sulla sua poltrona nella suite dell’hotel Excelsior Vittoria a Sorrento: ordina un caffè mentre guarda il mare e odora un limone. Quel frutto lo porterà in un transfer premorte (il decesso avverrà due giorni dopo, il 2 agosto), nel corso del quale affronterà i punti salienti della sua vita rivisti con gli occhi del cuore e con i sentimenti. Il grande tenore - interpretato da Gianluca Terranova - incontrerà in questo spazio non spazio, in questo tempo non tempo, le persone più care della sua vita, a cominciare dalla madre, in un viaggio fatto di sensazioni, inquietudine, amore e poesia.

 Sinossi del docufilm CARUSO LA MIA NAPOLI” di Giovanni Pelliccia (durata 50 minuti).

Un viaggio nei luoghi più importanti della vita giovanile del grande Enrico Caruso alla scoperta della sua Napoli, attraverso le parole del tenore Gianluca Terranova e del giornalista Luigi Vicinanza, Presidente del MAV di Ercolano, nel corso di uno street talk tra le vie della città partenopea. Un docufilm che visiona le tante sfaccettature della città partenopea abbinate a quelle dell'Artista in un linguaggio veloce, moderno e dinamico che come un nastro ricco di colori e di sentimenti si fonde con il caleidoscopio dell'anima e della cultura del grande Caruso tra le mura, le vie e i profumi di Napoli.
L'autorevole partecipazione di Dinko Fabris, direttore dell'Area Ricerca e Comunicazione del Teatro San Carlo di Napoli e di Daniela del Monaco, docente di canto presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella rendono ancor più interessante l'analisi della figura del grande Caruso. 

DOPO LA PRESENTAZIONE  IL FILM “l’ETERNO” E IL DOCUFILM “CARUSO LA MIA NAPOLI” SARA’ PROGRAMMATO PER LA VISIONE IN GIORNATE SPECIALI DEDICATE AGLI AMANTI DI ENRICO CARUSO

Continua così nel segno della grande cultura della nostra Regione la mission del MAV, il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano che, a poche centinaia di metri dagli scavi archeologici dell’antica Herculaneum, rappresenta un centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione tra i più all’avanguardia in Italia, grazie alla magia tecnologica dell’ultima versione  MAV 5.0 – Virtual multiReality, la più avanzata di sempre che, da ottobre 2019, ha rivoluzionato radicalmente il modo di vivere l’esperienza conoscitiva del viaggio virtuale nella vita e nello splendore delle principali aree archeologiche di Pompei, Ercolano, Baia, Stabia e Capri, per meglio comprenderne il passato e la bellezza in un viaggio propedeutico alla visita ai siti archeologici en plein air del territorio vesuviano.

Si ricorda che, secondo le disposizioni di legge, l’ingresso al Museo sarà consentito solo a coloro che saranno muniti di Green Pass e ai minori di anni 12.

La fruizione del museo MAV, grazie sempre all’iniziativa Il MAV in esclusiva per te”, tramite prenotazione dedicata, potrà sempre avvenire in esclusiva per gruppi organizzati di massimo 20 persone, ad un costo d’ingresso speciale, non solo nelle giornate di apertura di giorno, del mercoledì, del venerdì, del sabato e della domenica, e del giovedì sera, ma anche nelle giornate di chiusura del lunedì, del martedì, con la sola raccomandazione di scaglionare le visite ogni ora.

L’area aperta al pubblico sarà il percorso museale e la sala per la visione del film in 3D sull’eruzione del Vesuvio.

Prosegue poi, con successo, l’iniziativa destinata ai giovani e ai visitatori più affezionati, “IL MAV TUTTO L’ANNO” che, attraverso l’acquisto della MAVCARD, consentirà di visitare il Museo e le mostre temporanee ogni volta che lo si desidera ad un costo dedicato per un anno dal momento dell’acquisto:

MAVCARD under 25 Euro 10.00

MAVCARD over 25.00 Euro 12.00

MAVCARD Family Euro 10.00 (minimo 2 card)

10-09-2021 09:31:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA