MERCOLEDÌ 30 SETTEMBRE 2020
La mappa

Case abusive, la scure della Cassazione: "Il tempo non ferma le ruspe, le abitazioni vanno demolite"

Tremano migliaia di famiglie da Castellammare a Sorrento

di Redazione
Case abusive, la scure della Cassazione:

Il tempo non è 'gentiluomo' con i proprietari di case abusive: la Cassazione ha infatti stabilito che la prescrizione non si applica all'ordine di demolizione degli abusi edilizi deciso dal giudice penale e che, in Italia, non può trovare diretta applicazione la giurisprudenza della Corte di Strasburgo orientata a non tollerare pene senza termine di prescrizione. La demolizione è una sanzione amministrativa e non una pena "nel senso individuato dalla Corte Edu e non è soggetta alla prescrizione". Il caso sollevato viene da Ischia. Ma anche tra Castellammare e la penisola sorrentina sono migliaia le case su cui incombe un’ordinanza di demolizione. Inutili fino ad oggi i tentativi dei comitati anti ruspe di spingere per riforme legislative in grado di operare un colpo di spugna sulla mole di sentenze già pronunciate dalla magistratura. Nella mappa delle costruzioni da buttare a terra si va Torre del Greco fino a Sorrento. In particolare sono migliaia le case su cui pende la scure degli abbattimenti a Castellammare nella zona delle periferie fino alla panoramica dove un pezzo di città è stato realizzato sugli scavi dell’antica Stabia. Ma lo stesso si può dire per Gragnano, Santa Maria la Carità, Lettere, Casola dove alcune case negli anni scorsi sono andate a terra. 

10-03-2016 16:24:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA