GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021




Il fatto

Case su un agrumeto a Sant'Agnello, la Cassazione annulla il dissequestro

Accolto il ricorso della Procura di Torre Annunziata

di Redazione
Case su un agrumeto a Sant'Agnello, la Cassazione annulla il dissequestro

Alcune famiglie ci vivono da quando i magistrati del Riesame hanno disposto il dissequestro dei 53 appartamenti a Sant'Agnello. La Corte di Cassazione, oggi però, ha accolto il ricorso della Procura di Torre Annunziata, titolare delle indagini, e trasmesso dalla Procura di Napoli ed ha annullato il sequestro dei 53 appartamenti costruiti in un agrumeto, ormai completamente cementificato, sulla base di un progetto di housing sociale promosso da una cordata di imprenditori e curato dal tecnico Antonio Elefante. Un piano approvato dall’amministrazione comunale guidata da Piergiorgio Sagristani, il sindaco di Sant’Agnello. Si attende la pubblicazione delle motivazioni della decisione della Cassazione ma, sulla base delle informazioni che trapelano dalla Procura oplontina, coordinata dal pubblico ministero Nunzio Fragliasso, già a capo della sezione reati ambientali della Procura di Napoli, sarebbe stata pienamente accolta la tesi secondo la quale il Riesame a maggio revocò il sequestro motivando la decisione su un reato diverso da quello che era stato contestato dall’accusa. Lottizzazione, che però al momento della udienza del Riesame non era stato ancora contestato, e non abuso di ufficio. La Cassazione segna ora un punto importante a favore della Procura di Torre Annunziata, ma l’annullamento con rinvio non farà scattare un nuovo sequestro. Bisognerà attendere che si pronunci di nuovo il Riesame, il quale dovrà però tenere conto delle osservazioni e dei confini tracciati dalla decisione della Cassazione.

16-09-2021 22:07:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA