GIOVEDÌ 01 DICEMBRE 2022




Castellammare

Caso Pd, l'ex sindaco Cuomo blocca Pannullo: "Nessun accordo sul suo nome"

Migliore in città per chiudere la lista, Vozza domani chiama a raccolta gli stabiesi

di Redazione
Caso Pd, l'ex sindaco Cuomo blocca Pannullo:

Castellammare rischia di diventare per il Pd un caso nazionale. Sono ormai pochissimi i comuni in cui il partito di Renzi non ha ancora cominciato la campagna elettorale. Non sarebbe la prima volta del resto che sulla città di Salvatore Vozza, Ersilia Salvato e Luigi Bobbio si accendono i riflettori della politica romana. Tanto più che a pochi giorni della presentazione delle liste il quadro che si presenta a Gennaro Migliore, arrivato a Castellammare oggi pomeriggio, è ancora più intricato di quanto non fosse una settimana fa. Il sottosegretario arrivato in città col presidente della commissione di garanzia regionale entro stasera chiuderà la lista, raccogliendo la disponibilità alle candidature al consiglio comunale. Ma comunque si chiuda la vicenda sulla candidatura a sindaco, resterà la grana delle alleanze. Sono due i protagonisti della scena politica stabiese che, a questo punto difficilmente faranno passi indietro, relegando il Pd in una morsa di isolamento che potrebbe costare caro ai democratici. Da un lato c’è Nicola Cuomo. L’ex sindaco sta preparando una lista su cui misurare il suo consenso in città dopo la fine traumatica della sua esperienza di governo. A guidarla potrebbe essere il suo ex vicesindaco Mariarita Auricchio. Complicato appare, ormai, recuperare Cuomo. “Non ho fatto nessun accordo con Casillo o altri sulla candidatura di Toni Pannullo” dichiara rispetto alle indiscrezione di un incontro risolutore avvenuto nei giorni scorsi con i consiglieri regionali del Pd Topo e Casillo. “Noi stiamo ancora aspettando risposte al documento inviato a Renzi e alla segreteria regionale” ricorda, riprendendo una posizione più volte esposta. Del resto la prima comunicazione arrivata da Migliore al portavoce del gruppo Raffaele Esposito, è già stata difficile da digerire. I quattro ex consigliere comunali del Pd che hanno mandato a casa Cuomo saranno nuovamente in lista. Un boccone amaro da ingoiare di per se, senza doverci anche abbinare il nome di Tony Pannullo, vecchio amico di tante battaglie, con cui lo strappo si è consumato anni fa.

L’altro protagonista delle prossime amministrative difficile da fermare è Salvatore Vozza. L’ex sindaco ha chiamato a raccolta i suoi sostenitori per domani mattina al Supercinema, lo circondano esponenti di centrodestra e centrosinistra accomunata dall’idea di volere stringere un patto con gli stabiesi senza bandiere di partito. Dopo l’incontro preparatorio di lunedì scorso, la creazione di una pagina Fb e un calendario fitto di incontri, Vozza ha già ingranato la marcia. Domani sono in molti ad aspettarsi la presentazione della sua candidatura a sindaco, come anticipato da un manifesto in cui invita gli stabiesi alla partecipazione. La prossima mossa per mischiare le carte tocca quindi al Pd di Migliore che, chiusa la lista, dovrà trovare il nome giusto per dare il via ad una campagna elettorale tutta in salita. 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

23-04-2016 18:55:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA