SABATO 29 GENNAIO 2022




Amministrative 2018

Castellammare al voto, guerra nel Pd tra Corrado e Pannullo

Da Napoli un uomo di Casillo per chiudere la lista, de Angelis pronto all'ultimatum

di Mariella Parmendola
Castellammare al voto, guerra nel Pd tra Corrado e Pannullo

Pd nel caos e Massimo de Angelis in attesa pronto a dare un ultimatum ad alleati e sostenitori. E' questa la foto della coalizione che dovrebbe avere nei Dem il motore principale. E' durata meno di due giorni la pace siglata con il passo indietro dell'ex sindaco Pannullo e il via libera alla candidatura del farmacista. Da ieri la tensione è di nuovo altissima. Ore difficili all'interno del partito in cui si gioca uno scontro, senza esclusioni di colpi, tra l'ala del segretario Nicola Corrado e gli ex consiglieri comunali capitanati da Tony Pannullo. Al centro del braccio di ferro le candidature per la lista a sostegno del farmacista. Ma in questa fase a creare divisioni è la scelta delle coppie con cui i Dem affronteranno la nuova battaglia elettorale. A subire i diktat napoletani questa volta è Corrado, che da ieri non è più il regista dell'operazione elettorale. La scelta della composizione degli aspiranti al consiglio comunale tocca a Marco Marotta, considerato vicino al consigliere regionale Mario Casillo e quindi arbitro più favorevole a Pannullo e all'ex capogruppo Francesco Iovino. Bocciata l'idea di un'altra lista da affiancare al Pd, potrebbero essere gli uomini e le donne più vicini a Corrado le prime vittime di una strategia fino ad oggi studiata proprio dal segretario. Più forti elettoralmente, gli ex consiglieri uscenti sono pronti a cimentarsi nella sfida dei consensi per rientrare a Palazzo Farnese dalla porta principale di vincitori. Mentre le due fazioni si scontrano, il più perplesso è Massimo de Angelis già indebolito dalla scelta di Forza Italia di schierarsi con Gaetano Cimmino. Una decisione che ha fatto fallire il patto bipartisan, incoronando un candidato con una storia di destra leader di una coalizione di centrosinistra. Una situazione che oggi è ancora più compromessa dalle liti interne al Pd. Tutto a questo punto è di nuovo possibile. Anche un rimescolamento delle carte e un ritorno sulla scena di Pannullo. Una mossa che, però, potrebbe portare ad una fuga degli alleati rimasti al fianco di de Angelis che può ancora contare su qualche lista civica e Campania Libera. Insomma nel campo del centrosinistra l'ultimo capitolo non è stato ancora scritto. 

11-05-2018 12:24:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA