LUNEDÌ 18 NOVEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, bufera sul PD commissariato: in arrivo Teresa Armato

Sul caso sollevato nei Dem interviene Giorgio Amodio: "Non mi sono iscritto al partito"

di redazione
Castellammare, bufera sul PD commissariato: in arrivo Teresa Armato
Pd commissariato e congresso annullato. Lo scontro interno ai Dem di Castellammare ha avuto l'effetto di un terremoto politico, portando allo stop delle elezioni del segretario stabiese. Una storia che si ripete a Castellammare con il gruppo dei casilliani pronto a sventolare la bandiera dell'anti camorra e della legalità rispetto ad un patto del resto dei dirigenti stabiesi con i numeri per conquistare la maggioranza interna. Uno scontro che, nelle prossime ore, porterà alla nomina del commissario, con l'ex parlamentare Teresa Arnato in pole position per il difficile incarico. Compito non facile visti i toni assunti dallo scontro con la polizia chiamata al Corso Vittorio Emanuele da chi ha cominciato da Martedì scorso a gridare allo scandalo. Al centro della contesa anche l'iscrizione di Giorgio Amodio, indagato in un'inchiesta sul clan D'Alessandro. Amodio ha dichiarato: "Ho letto gli articoli degli ultimi giorni che riguardano la mia persona e resto basito per come è stata strumentalizzata la mia posizione. Al riguardo posso solo dire di avere la fedina penale immacolata e di essere stato coinvolto in un processo fondato su un equivoco che risolverò nelle sedi opportune. Respingo, quindi, con forza tutte le diffamanti dichiarazioni che gli esponenti politici del PD territoriale hanno rilasciato, dando adito ai mezzi di comunicazione tradizionali e ai canali social di inventare storie su di me e di infangare la mia onorabilità. Mi riservo di ricorrere alle vie legali per tutelare la mia immagine di cittadino e lavoratore onesto contro chiunque ha voluto e vorrà ancora dipingermi anche solo lontanamente connivente a sistemi delinquenziali che giammai mi appartengono. Quanto alla questione politica, voglio chiarire che mi sono avvicinato a questo partito solo nel 2018 e in quell’anno mi sono tesserato. Invece alla scadenza del 5 novembre di quest’anno non solo non ho rinnovato la mia tessera ma nessun membro della famiglia Amodio si è iscritto al Pd".
08-11-2019 11:02:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO