GIOVEDÌ 09 APRILE 2020
Il fatto

Castellammare, Cimmino star dei social ai tempi dell'allerta

L'ordinanza scuole chiuse divide genitori e studenti

di Annalibera Di Martino
Castellammare, Cimmino star dei social ai tempi dell'allerta

Meteo stabiese, l'allerta diventa virale. I social impazziscono per l'ordinanza comunale e Cimmino diventa una star dei Millenials.  Ci risiamo, ieri il sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino ha tenuto sul filo del rasoio centinaia di studenti per ufficializzare l'allerta meteo e chiudere le scuole. Dopo un no, poi un si, poi un altro si, alla fine, ?verso le 21:00? è arrivata la notizia ufficiale: scuole chiuse. Innegabile la felicità degli studenti che subito si sono dati alla pazza gioia con stories su Instagram "Cimmino uno di noi", "Ammor mij" - o su Facebook- con un " Vuoi più bene a mamma o papa? Voglio bene a Cimmino". Non da meno i genitori che subito hanno commentato: "Lei per i miei figli è diventato un eroe". I più esperti si sono cimentati anche nella realizzazione di parodie musicali, meme con la faccia del sindaco. Altri ancora hanno inoltrato un po' ovunque fotomontaggi del primo cittadino vestito da santo, con tanto di aureola, o come protagonista della pubblicità della Schweeps, al posto di Uma Turman, mentre pronuncia la famosissima frase modificata: "Ti va un po' di allerta meteo soli io e te?". C'è anche chi invoca "Sant'Allert" che protegge gli studenti ed insegnanti napoletani.  Sono molti gli audio divertenti e sgrammaticati che girano su WhatsApp di mamme che inveiscono contro Cimmino per le innumerevoli ordinanze degli ultimi tempi. In risposta, gli stessi cittadini hanno costruito le caricature che vedono protagonisti i genitori stufi di tenere i figli giornate intere in casa e per questo si ribellano alle istituzioni ed a quella che nel napoletano hanno ribattezzato come "all'erta". Non sono mancati nemmeno i commenti polemici degli stabiesi che subito dopo l'ordinanza si sono scatenati contro il Comune. Alcuni hanno definito una barzelletta lo stato d'allerta: "Ma come si fa a prevedere 12 ore prima?". - oppure - "Alle prossime elezioni avrai i voti di tutti i bambini".

13-11-2019 13:49:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA