SABATO 27 FEBBRAIO 2021




Il fatto

Castellammare, colpo ai narcos: scoperte piantagioni di droga e caccia ai gestori

Più di tremila piante di canapa fonte di reddito dei clan dai D'Alessandro ai Di Martino

di Redazione
Castellammare, colpo ai narcos: scoperte piantagioni di droga e caccia ai gestori

Pensavano di avere scelto un posto sicuro. Nuovo colpo ai narcos tra Castellammare e Gragnano. I carabinieri della stazione di Gragnano con la collaborazione del gruppo Forestali di Castellammare e quelli del settimo nucleo elicotteri di Pontecagnano hanno individuato tre vaste piantagioni di cannabis indica. I militari sono intervenuti in località Vallone Fondica dove vi erano 466 piante, in località san Giacomo dove ne sono state trovate 372 e infine sul Monte Megano dove sono state rinvenute ben 2327 piante, tutte alte tra i due e i due metri e mezzo. Le piante, dopo la campionatura sono state distrutte. I militari ora continuano le indagini per risalire a’ “gestori” delle piante. Quello di oggi è sicuramente un colpo duro ai narcos della “Jamaica italiana” dove ogni anno si coltivano decine di migliaia di piante di cannabis e di marijuana e che rappresentano una fonte di reddito primario per i clan della camorra della zona. Una fonte di reddito per gli uomini dei clan D'Alessandro e Di Martino.

10-08-2019 08:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA