LUNEDÌ 20 SETTEMBRE 2021




Il fatto

Castellammare, concorso per 8 maestre: tutto bloccato

Alla Carducci tornano le supplenti, il nido parte il 20

di Redazione
Castellammare, concorso per 8 maestre: tutto bloccato

A scuola i bambini troveranno le maestre supplenti. La soluzione dell'amministrazione Cimmino per assicurare la riapertura della scuola materna Carducci, al centro di Castellammare. Bloccato dai ricorsi il concorso per otto maestre che avrebbero dovuto sostituire le insegnanti andate in pensione. Slitta anche la riapertura del nido nello stesso plesso, in questo caso i bimbi saranno accolti il 20 settembre per i tempi di assegnazione di una nuova cooperativa che gestirà il servizio. Sul concorso delle maestre chiesti chiarimenti dalle opposizioni. Il capogruppo di Italia viva, Andrea di Martino ha scritto una interrogazione indirizzata al sindaco Cimmino: "Prima si fa un bando per una scuola paritaria che non prevede tra i titoli che fanno punteggio l'aver insegnato in una scuola paritaria. Poi una specifica del dirigente dichiara che gli insegnamenti alle paritarie saranno considerati. Infine si fa il concorso escono le graduatorie ma gli anni di insegnamento alle paritarie vengono ignorati, provocando una valanga di ricorsi. Nel frattempo si blocca tutto e si chiamano le insegnanti che lo scorso anno avevano svolto supplenza a rinnovare i contratti per altri due mesi, rischiando un di produrre pasticcio amministrativo irrimediabile. Chiedo al sindaco di pretendere la massima trasparenza su procedimento amministrativi così delicati ed agire a tutela dei diritti dei partecipanti al concorso e dei bambini che frequentano la scuola". Su quanto accaduto attacca anche il Pd: "Il concorso per l’assegnazione di “8 posti di insegnante per la scuola dell’infanzia “ ha visto il suo epilogo nella pubblicazione della graduatoria il nove settembre. Sessantasei le idonee che, però, si accorgono di non aver avuto il riconoscimento dei titoli di servizio. La questione “titoli di servizio” diventa  il giallo di questa vicenda dalle tinte opache. Altro che trasparenza e casa di vetro. Ci risulta che molte idonee hanno prodotto ricorso avverso alla graduatoria senza avere ad oggi nessuna risposta. Questo pomeriggio, per di più, sono state assunte in servizio 8 supplenti, con contratto di due mesi. L’amministrazione del fare, talmente attenta e ligia al proprio dovere, ha bisogno di due mesi per calcolare il punteggio di sessantasei concorsiste, le quali hanno studiato tutta l’estate per veder naufragare per insipienza ed incapacità di chi governa la città il loro diritto al lavoro, anche perché per molte concorsiste entrare in graduatoria rappresenta anche la possibilità di essere assunte da altri enti carenti di personale scolastico. E a farne le spese saranno anche i piccoli utenti dell’istituto scolastico costretti a dover subire per il terzo anno consecutivo la mancanza della continuità dell’insegnamento per il cambio di insegnate dopo appena due mesi dall’inizio scolastico".

14-09-2021 19:26:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA