LUNEDÌ 17 FEBBRAIO 2020
Il fatto

Castellammare, famiglia investita sul lungomare e picchiato il giovane in scooter

Dall'opposizione Di Martino e Nappi: "Sindaco Cimmino siamo all'anarchia"

di redazione
Castellammare, famiglia investita sul lungomare e picchiato il giovane in scooter

Travolge una coppia con una bambina, cade a terra con il suo scooter e viene picchiato. Una sequenza da choc ieri sera in Villa Comunale, mentre un ragazzo ha rischiato un linciaggio dopo avere procurato un incidente. All'ospedale San Leonardo la donna investita, al Santobono per controlli la figlia che aveva in braccio mentre attraversava la strada. Trauma all'addome per la vittima, che non è in gravi condizioni. Sul posto dell'incidente due ambulanze, vigili urbani e polizia arrivati a chiudere la strada al traffico. Salvato da alcuni presenti il giovane in scooter che è stato picchiato da persone coinvolte nell'incidente. Sul caso intervengono i capogruppo di opposizione Francesco Nappi e Andrea Di Martino che si rivolgono al sindaco Cimmino. "L'aveva sparata grossa annunciando che avrebbe chiamato l'esercito - dice il consigliere comunale Andrea Di Martino - Alla fine si è inventato il pattuglione una volta al mese. Nel frattempo la città si sta trasformando in un farwest, con scooter e macchine che fanno ciò che vogliono, investono pedoni, e oramai il cittadino si fa giustizia da solo, picchiando i protagonisti di un incidente. Siamo all'anarchia più assoluta sindaco, altro che sicurezza". Incalza Nappi consigliere dei Cinquestelle: "Ennesimo incidente sul lungomare. Oramai è palese che la città è abbandonata a se stessa. La sicurezza e l’incolumità dei cittadini non può sottostare ai capricci di qualcuno. Il sindaco e l’assessore intervengano immediatamente: è necessario che il corpo della polizia municipale sia presente in strada fino all'una nei week end. Voglio ricordare al sindaco che aveva promesso sicurezza per questa città. Mantenga almeno una delle promesse fatte".

03-06-2019 13:13:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO