GIOVEDÌ 12 DICEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, il capo dello stato Maggiore della Marina in visita a Fincantieri

La tappa nello stabilimento in cui è in costruzione la nave Trieste

di redazione
Castellammare, il capo dello stato Maggiore della Marina in visita a Fincantieri
Ha voluto vedere con i suoi occhi come va avanti la costruzione di un gioiello della Marina italiana. Tappa a Castellammare per il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio Valter Girardelli. L'ufficiale ha visitato lo stabilimento Fincantieri, dove è in costruzione nave "Trieste", nuova unità anfibia multi-ruolo della Marina Militare.
Nave "Trieste", che sarà varata nei prossimi mesi dallo scalo con il battesimo del mare, è stata progettata per essere uno strumento flessibile, modulare, affidabile, a basso impatto ambientale, facilmente riconfigurabile, secondo il concetto "one fits all", ovvero la capacità per una stessa classe di unità di portare a termine delle missioni che tradizionalmente spettavano a differenti tipologie di piattaforme.
La nuova unità navale "consentirà di proiettare e sostenere in aree di crisi - afferma un comunicato della Marina Militare italiana - la forza da sbarco e la capacità nazionale di proiezione dal mare, assicurerà il trasporto strategico di un numero elevato di mezzi, personale e materiali, ma potrà anche concorrere a compiti di Protezione Civile".
La visita del Capo di Stato Maggiore della Marina a Castellammare di Stabia, accolto da rappresentanti di Fincantieri, con la presenza anche del Comandante logistico della Marina Militare ammiraglio Edoardo Serra, cade nell' 88° anniversario dal varo della Nave Scuola "Amerigo Vespucci".
La Marina Militare ricorda che "proprio nello storico cantiere ha toccato per la prima volta il mare nel 1931".
"Quella odierna - afferma una nota della Marina Militate è una data dagli alti contenuti affettivi per la Forza Armata, nel segno della continuità storica e dell'indissolubile legame esistente tra la Marina Militare, la Città di Castellammare di Stabia e lo storico stabilimento, fondato nel 1783 per le grandi costruzioni navali della Real Marina del Regno delle Due Sicilie".
Oltre alla Vespucci nel cantiere stabiese sono state varate oltre 200 navi militari tra cui il cacciatorpediniere "Caio Duilio", l' incrociatore "Vittorio Veneto" e nave "Ardito".
22-02-2019 20:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO