VENERDÌ 29 MAGGIO 2020
Il caso

Castellammare, il Patto Fincantieri in consiglio regionale: piano con 150 assunzioni

Fissato appuntamento per il 16 aprile, previsti 70 milioni di investimenti pubblici

di Redazione
Castellammare, il Patto Fincantieri in consiglio regionale: piano con 150 assunzioni

Il patto sulla Fincantieri di Castellammare in consiglio regionale tra quindici giorni. Due settimane e il piano di investimenti, con 70 milioni di euro di investimenti pubblici e 40 messi sul tavolo dall'azienda, sarà nell'aula del governatore De Luca. È il passo successivo dopo l'incontro tra il gruppo di Trieste e i sindacati che hanno dato il via libera al programma. Centocinquanta le assunzioni di operai che secondo il manager Bono scatteranno nello stabilimento stabiese. Il 16 aprile, alle ore 11, si terrà un consiglio regionale monotematico straordinario avente ad oggetto il Patto per Fincantieri. Il sindaco di Castellammare Cimmino rivendica il risultato: "La nostra invocazione di trasferire la vertenza Fincantieri in Regione Campania, come più volte ribadito da tutti noi in occasione del consiglio comunale che ha avuto luogo lo scorso 21 marzo, è stata prontamente ascoltata. Andremo in Regione a rivendicare una presa di posizione netta e importanti investimenti per il cantiere navale di Castellammare di Stabia". Il piano industriale da 110 milioni per l’ammodernamento strutturale dello stabilimento stabiese rappresenta un primo passo importante da parte dell’azienda, ma prevede il coinvolgimento di Governo, Regione, Autorità Portuale, Fincantieri, parti sociali e lavoratori in un unico grande patto per il rilancio di un cantiere strategico. Continua il primo cittadino di centrodestra: "Vogliamo tornare ad essere protagonisti della rinascita del nostro cantiere, dopo anni di confusione e di disinteresse. La totale assenza di interlocuzione da parte delle istituzioni locali con la Regione Campania e con l’azienda ormai appartiene al passato. Noi siamo pronti ad avviare un nuovo corso nell’ottica della ridefinizione della mission produttiva del cantiere, chiedendo che 'Fincantieri Castellammare' torni ad essere un centro autonomo di costo e che ci siano investimenti strumentali atti a garantire la costruzione di navi di medie e grandi dimensioni, anche al fine di aumentare la capacità produttiva e di provvedere alla difesa ed al rilancio dei livelli occupazionali".

01-04-2019 16:51:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA