DOMENICA 01 AGOSTO 2021




Il fatto

Castellammare, il varo della Trieste al grido degli operai: "Lavoro, lavoro"

Sullo striscione delle maestranze "1783" data di fondazione del cantiere. Il sindacato: "Vogliamo costruire navi intere"

di Redazione
Castellammare, il varo della Trieste al grido degli operai:

Gli operai dei Cantieri di Castellammare di Stabia si sono resi protagonisti alla cerimonia del varo della portaelicotteri della Marina Militare "Trieste", costruita nello stabilimento del Gruppo Fincantieri.
Slogan di "lavoro, lavoro" all' arrivo dell' ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, uno striscione con la scritta "1783", la data di fondazione dei Cantieri Stabiesi, primi nel Mediterraneo, ad opera di Ferdinando IV di Borbone, una maglia della Juve Stabia regalata al vicepremier Luigi Di Maio, applaudito all' annuncio dei fondi in arrivo per lo stabilimento.
A loro ha rivolto un ringraziamento l'Ordinario Militare monsignore Santo Marcianò, che ha benedetto la nave, per la grande croce dipinta sulla prua composta con le immagini di San Catello, San Ciro, San Giovanni Paolo II e della Madonna, in ossequio alle devozioni locali". La "Trieste", portaelicotteri della Marina Militare italiana ha avuto come Madrina, la figlia di Mattarella Laura, che ha infranto la rituale bottiglia sulla fiancata dalla nave.
Realizzata da Fincantieri, lunga 214 metri, con una velocità di 25 nodi, la "Trieste", "unità anfibia multifunzione e multiruolo", sarà consegnata alla Marina nel 2022, dopo il completamento delle installazioni a bordo, a cura di Leonardo, con il sistema di combattimento e la predisposizione per l'eventuale installazione di sistemi missilistici di difesa aerea.
"1783", hanno scritto sul loro striscione gli operai dei Cantieri stabiesi, che ha 570 addetti, ricordando la data di fondazione dello stabilimento, voluto da Ferdinando IV di Borbone. Poi hanno scandito "lavoro, lavoro", all' arrivo dell' amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono.
"Vogliamo costruire navi intere", ha detto il rappresentante della Rsu, Massimo Salice . "Faremo qui le navi che si possono fare - ha replicato Bono, parlando con i giornalisti - il vero problema è quello di abbreviare i tempi di consegna. Così gli ordini aumenteranno". Durante la pausa di circa 20' prevista per gli allestimenti tecnici che precedono lo scivolamento in mare della nave un operaio, spazientito per l' attesa, ha gridato : " 'A vullimmo rompere 'sta buttiglia, o no ?".

25-05-2019 18:58:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA