MERCOLEDÌ 03 GIUGNO 2020
Il fatto

Castellammare, insulti razzisti contro un bimbo di colore. Cimmino: "Inviterò il piccolo al Comune"

Il sindaco interviene sul caso in Villa Comunale

di Redazione
Castellammare, insulti razzisti contro un bimbo di colore. Cimmino:

Giocava sulle giostre in Villa Comunale. Bimbo di colore diventa il bersaglio di una bandi di ragazzini di qualche anno più grandi. Minacce con pistole giocattolo e insulti razzisti nei confronti del piccolo di tre anni in compagnia della mamma e del fratello, che erano poco distanti. "Vai via sei brutto" frasi accompagnate da insulti e offese pesanti. Un episodio raccontato dalla mamma che invita tutti a fare attenzione al messaggio che si trasmette ai bambini. Sul caso interviene il sindaco Gaetano Cimmino che inviterà la famiglia al Comune: "Castellammare è città dell’integrazione e dell’accoglienza. Le frasi razziste rivolte contro un bambino da parte di coetanei nei pressi delle giostrine, tuttavia, evidenziano una deriva inaccettabile, la deriva della barbarie e delle disuguaglianze, a cui non ci rassegneremo". Continua il primo cittadino: "Le istituzioni, le scuole e i genitori hanno il dovere di svolgere un’importante funzione sociale: educare ai valori del dialogo, dell’accoglienza e della solidarietà. L’amministrazione comunale da sempre condanna fermamente qualsiasi forma di discriminazione sociale e su questo fronte non farà mai un passo indietro. Inviterò personalmente al Comune il bambino insultato e la sua mamma, ai quali va la mia piena solidarietà per la triste vicenda che li ha visti coinvolti, per spiegare che a Castellammare difendiamo un’unica razza, quella umana"

17-08-2019 19:32:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA