DOMENICA 15 DICEMBRE 2019
Il caso

Castellammare, la salma di Manuela bloccata in Africa

Aperta un'inchiesta sull'incidente in cui è morta la giovane professionista

di redazione
Castellammare, la salma di Manuela bloccata in Africa
Potrebbero passare molti giorni prima di poterle dire addio. Aperta in Sud Africa un'inchiesta sulla morte di Manuela Ghezzi, la sua salma è bloccata a tanti chilometri di distanza da Castellammare dove il dolore e l'incredulità per la tragedia, che ha colpito la ragazza di 34 anni, sono ancora forti. Le autorità africane devono ricostruire la dinamica e accertare se ci siano responsabilità nell'incidente stradale avvenuto a Namibia nella giornata di lunedì. L'ambasciata italiana è in contatto costante con la famiglia per cercare di riportare a casa la salma il più presto possibile. Al momento non si sa quasi nulla di quanto accaduto alla giovane professionista, che lavorava a Londra e aveva deciso di trascorrere un periodo di vacanza dopo avere partecipato al matrimonio del cugino. In sua compagnia altri tre ragazzi che con lei avevano affittato l'auto per il tour. Su Fb una foto del gruppo li ritrae felici per la nuova avventura e inconsapevoli del tragico destino. Poi l'emozione del volo in parapendio e una nuova destinazione in cui Manuela non è mai arrivata. Tanti si sono stretti alla madre, l'ex consigliera Ida Scarpato nota e stimata a Castellammare. A lei si è rivolto anche il sindaco Gaetano Cimmino, che ha voluto esprimere il suo dolore con un post su Fb: "La tragica scomparsa di Manuela è un colpo al cuore per me. Mi stringo forte intorno al dolore che ha colpito la sua famiglia e la mia amica Ida. Un dolore insopportabile per una madre. A te, cara Ida, e a tutti i tuoi cari giunga l’abbraccio mio, della mia amministrazione e della città intera per una perdita che ha commosso tutti noi".
24-10-2019 21:47:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO