MARTEDÌ 12 NOVEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, massacrato e derubato giovane stabiese per gelosia: arrestati in tre

Il raid avvenuto lo scorso agosto

di redazione
Castellammare, massacrato e derubato giovane stabiese per gelosia: arrestati in tre
Massacrato di botte e derubato. Ragazzo colpito con i caschi e i pugni vittima di un raid lo scorso agosto, a distanza di otto mesi arrestati i suoi aggressori. Una vendetta per gelosia. La punizione per avere deciso di frequentare l'ex fidanzata di uno dei tre. La Polizia di Stato coordinata dalla Procura di Torre Annunziata, ha dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari a carico di tre ragazzi ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di rapina e lesioni gravi a danno di un giovane stabiese, fatti avvenuti lo scorso agosto 2018. I tre arrestati quel giorno, dopo aver raggiunto la vittima lo colpivano ripetutamente alla testa con un casco e con calci, cagionandogli lesioni gravi, con fratture multiple al volto. Inoltre, nella circostanza, gli strappavano alcuni monili in oro da lui indossati, nonché il cellulare. Le indagini condotte da personale del Commissariato di P.S. di Castellammare di Stabia, hanno consentito non solo di documentare le responsabilità dei tre indagati in merito ai fatti a loro ascritti, ma anche di ricostruirne il movente da inquadrarsi in un’azione punitiva realizzata per gelosia atteso che la vittima stava frequentando l’ex fidanzata di uno dei tre, legato ad ambienti della criminalità organizzata locale. Come da ordinanza emessa dal GIP presso il Tribunale di Torre Annunziata, gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le loro abitazioni.
19-04-2019 14:19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO