VENERDÌ 22 OTTOBRE 2021




Il fatto

Castellammare, morto autista sull'autostrada: aperta un'inchiesta

Il cinquantenne stabiese, nato a Gragnano, era in viaggio col suo tir

di Redazione
Castellammare, morto autista sull'autostrada: aperta un'inchiesta

E' morto bruciato. Ci sono volute ore per liberare il suo corpo da quello che è rimasto del suo tir andato in fiamme. Aperta un'inchiesta sulla morte di Paolo Schettino, il camionista di Castellammare vittima di un incidente sull'autostrada in viaggio di lavoro verso il Nord. Gli inquirenti stanno cercando di capire cosa sia accaduto questa notte, quando l'uomo ha perso il controllo del suo veicolo, precipitando dal cavalcavia dell'autostrada A1 fra Calenzano e Firenze nord. Un volo che ha provocato l'incendio in cui è morto carbonizzato, intrappolato nel suo tir. La vittima, 50enne di Castellammare, ma nato a Gragnano, era autista per una ditta del napoletano. Diretto verso il nord Italia quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del suo mezzo. Secondo una primissima ricostruzione della Polstrada, Schettino avrebbe prima urtato il guardrail e poi sarebbe precipitato nel vuoto dal cavalcavia che stava percorrendo. In un secondo momento il tir ha preso fuoco a causa dell'impato ma l'uomo non è riuscito a scappare dalla sua postazione venendo inghiottito dalle fiamme. La Procura potrebbe nelle prossime ore disporre l'autopsia sull'uomo per capire se sia stato un malore o cosa abbia provocato il terribile incidente.

05-04-2019 15:49:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA