DOMENICA 15 DICEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, Natale stabiese in ritardo e senza luminarie: all'Immacolata i Ditelo voi

Falò sull'arenile e tammorre per il 7, ma ancora non c'è un calendario di eventi

di redazione
Castellammare, Natale stabiese in ritardo e senza luminarie: all'Immacolata i Ditelo voi
Natale in ritardo a Castellammare. Niente luminarie o cerimonia di accensione in programma. Amministrazione Cimmino in affanno per l'organizzazione delle manifestazioni natalizie, che in altri comuni sono già cominciate e stanno riscuotendo i primi consensi. Stanziati più di 200 mila euro, non è stata attivata alcuna manifestazione d'interesse o procedura pubblica per preparare il cartellone. Aggiudicato con grande ritardo l'appalto per le luminarie nelle piazze e in villa comunale al momento non ce n'è traccia. Le uniche già in allestimento sono quelle dei commercianti. A meno di una settimana dalla notte più cara agli stabiesi il primo cittadino ha comunicato soltanto il programma della vigilia dell'Immacolata. In un post pubblicato su Fb, questa mattina, ha annunciato la presenza di due eventi: la Notte della Tammorra e i Ditelo Voi sull’arenile. "La più antica tradizione stabiese tornerà in grande stile sabato 7 dicembre, quando a partire dalle ore 21 andrà in scena 'La Notte della Tammorra', a cura di Carlo Faiello, una vera e propria invasione di suoni, ritmi, canti e danze, all’insegna della tradizione e della musica popolare. A seguire, si esibiranno 'I Ditelo Voi', celebre trio comico che quest’anno ha festeggiato 25 anni di una brillante carriera. A mezzanotte, infine, i falò dell’Immacolata sull’arenile e i fuochi d’artificio chiuderanno il programma di una serata che si preannuncia ricca di emozioni". Difficile a questo punto bissare il successo del concerto di Enzo Avitabile, promosso dal vicesindaco Lello Radice scomparso l'anno scorso. Ma la vera sfida sarà un'altra. L'amministrazione Cimmino ha annunciato la linea dura contro chi organizzerà i falò nei quartieri dopo la notte della vergogna al Savorito con il messaggio di morte ai collaboratori di giustizia. Per il momento l'unica certezza è il ritardo accumulato e il crescere del malcontento degli stabiesi costretti a spostarsi tra Lettere, Sant'Antonio Abate e Sorrento per cominciare a respirare l'atmosfera del Natale.
02-12-2019 10:43:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO